5g logo

Ecco la lista degli smartphone 5G usciti nel 2019

Il 2019 sarà l’anno del tanto atteso debutto della connettività 5G. Le reti del futuro sono ormai alle porte e gli operatori italiani sono pronti sulla linea del via. Ma quello che manca, al momento in cui scrivo l’articolo, sono gli smartphone 5G. Al MWC 2019 di Barcellona ne abbiamo visti presentare di diversi e nel corso dell’anno ne vedremo di altri. Probabilmente sarà il 2020 l’anno di debutto vero e proprio, con il 2019 che farà da transizione per iniziare a far entrare il concetto nella mente dei consumatori. Ma quali sono gli smartphone 5G disponibili sul mercato e quali arriveranno nel corso dei prossimi mesi?

Il 5G è anche questione di hardware

Innanzitutto va fatto un discorso introduttivo al fattore hardware, ovvero l’ago della bilancia durante questo stadio iniziale. A differenza di quella 4G, ad oggi la connettività 5G è supportata da soltanto tre chipset, di cui due proprietari. Il primo in ordine cronologico è l’HiSilicon Kirin 980 di Huawei, mentre i più recenti sono lo Snapdragon 855 di Qualcomm e l’Exynos 9820 di Samsung. In tutti e tre i casi, però, il supporto 5G non è nativo, ma facoltativo, dato che il 5G non è ancora diffuso, permettendo così ai produttori di smartphone di evitare di sobbarcarsi per forza costi maggiori.

Nel caso in cui il produttore voglia invece implementare il 5G, esiste una variante alternativa del chipset con modem adeguato a connettersi alle nuove reti. Nel caso di Huawei, il SoC Kirin 980 può integrare il modem Balong 5000, per Samsung è l’Exynos 5100, mentre per Qualcomm ci sono due modem da aggiungere allo Snapdragon 855, ovvero lo Snapdragon X50 e X55. Ecco le rispettive velocità:

  • Balong 5000: 4.6 Gbps DL, 2.5 Gbps UL
  • Exynos 5100: 6 Gbps DL, ? Gbps UL
  • Snapdragon X50: 5 Gbps DL, ? Gbps UL
  • Snapdragon X55: 7 Gbps DL, 3 Gbps UL

5G standard definitivo

Lista degli smartphone 5G del 2019

OnePlus 7 Pro 5G (Snapdragon 855)

Oltre ai due modelli 4G, è stato annunciato anche OnePlus 7 Pro 5G. Questa versione, come tutte le altre che montano chipset Snapdragon 855, vanta la presenza del modem Snapdragon X50. Tale soluzione garantisce il supporto al nuovo standard di connettività, oltre ad integrare tutte le features hardware viste su OnePlus 7 Pro.

OnePlus 7 Pro 5G sarà disponibile esclusivamente in Regno Unito e Finlandia, tramite i rispettivi operatori EE e Elisa. Nessuna informazione, per ora, su data di rilascio e prezzo di vendita.

oneplus 7 pro 5g

OPPO Reno 5G (Snapdragon 855)

OPPO Reno 5G non è ancora stato presentato ufficialmente, ma il suo lancio è ormai dietro alle porte. E anche di questo modello ci sarà una variante 5G, certificata anche per l’Europa. Le caratteristiche principali di OPPO Reno saranno due: il design full screen, grazie all’inserimento di una selfie camera a scomparsa, e la tripla fotocamera. Quest’ultima non solo avrà un sensore grandangolare, ma soprattutto uno zoom ibrido 10x che permetterà di ottenere foto come queste. Ma non soltanto, perché la variante 5G godrà anche di una batteria da 5000 mAh e memorie da 12 GB di RAM e 256/512 GB di storage.

OPPO Reno è disponibile dal 2 maggio in Svizzera tramite operatore Sunrise ad un prezzo di 999 franchi, circa 885€. Arriverà anche in Italia come esclusiva TIM, ma non sappiamo ancora data e prezzo.

lista smartphone 5g

Xiaomi Mi MIX 3 5G (Snapdragon 855)

Lo Xiaomi Mi MIX 3 5G è stato uno dei primi dispositivi ad essere presentati al grande pubblico, proprio in occasione della succitata fiera catalana. Un potenziamento dell’attuale modello della gamma Mi MIX, resa nota al grande pubblico per l’estremizzazione del concetto di full screen. Infatti, Mi MIX 3 ha una scocca a scorrimento che svela il comparto della selfie camera, nascosto quando non necessario.

Lo Xiaomi Mi MIX 3 5G è disponibile dal 2 maggio in Svizzera con operatore Sunrise ad un prezzo di 847 franchi, circa 740€.

lista smartphone 5g

Samsung Galaxy Fold (Snapdragon 855)

Sempre rimanendo in Sud Corea, il Samsung Galaxy Fold non soltanto ha il 5G, ma è anche il primo vero smartphone pieghevole a debuttare sul mercato. Ciò significa che esteriormente c’è un “piccolo” display da 4.6″, ma è aprendolo che si rivela il pezzo forte, ovvero il pannello interno da 7.3″. Uno smartphone che sarà molto esclusivo e che quindi non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di essere fra i primi a supportare il 5G.

Il Samsung Galaxy Fold sarà disponibile in Italia a partire da maggio/giugno ad un prezzo di circa 2050€.

lista smartphone 5g

Samsung Galaxy S10 5G (Snapdragon 855/Exynos 9820)

Sempre al MWC 2019 è stato presentato ufficialmente il Samsung Galaxy S10 5G, smartphone ancora più “importante” di S10+, sia nelle specifiche che nelle dimensioni. Con misure di 162.6 x 77.1 x 7.9 mm per 198 g, integra un ampio display da 6.7″ Quad HD+ e relativa batteria potenziata da 4500 mAh. Lato memorie avremo un taglio da 8/256 GB e, dulcis in fundo, c’è una quad camera sul retro con un sensore ToF aggiuntivo.

Samsung Galaxy S10 5G verrà commercializzato in Europa nell’estate 2019. In Italia sarà distribuito in esclusiva con TIM ad un prezzo non ancora rivelato.

Huawei Mate 20 X 5G (Kirin 980)

Spostandoci in Cina, il Huawei Mate 20 X 5G sarà, come per Mi MIX 3 5G, una riedizione di un modello già lanciato mesi fa sul mercato. Godendo dell’integrazione del Kirin 980, a Huawei è bastato aggiungere il modem Balong 5000 per renderlo ancora più futuristico. Anche in questo caso parliamo di un telefono non molto tascabile, dato che siamo di fronte ad una diagonale da 7.2″ (con supporto allo stylus M-Pen) e con una batteria da 5000 mAh.

Huawei Mate 20 X è disponibile dal 2 maggio in Svizzera con operatore Sunrise ad un prezzo di 997 franchi, circa 872€.

lista smartphone 5g

Huawei Mate X (Kirin 980)

Tornando a parlare di smartphone pieghevoli, l’hype del MWC 2019 è stato tutto per Huawei Mate X. Rispetto alla proposta di Samsung, Mate X ha affascinato media e utenza con un design più moderno, cornici più sottili e, soprattutto, è stato mostrato più da vicino (ma non troppo), dando modo di farsi un’idea più concreta. Se esteriormente il display da 6.38″ è più convincente di quello di Samsung, aprendolo c’è un più ampio pannello da 8″ privo di notch.

Huawei Mate X sarà venduto dall’estate 2019 ad un prezzo di ben 2290€.

LG V50 ThinQ 5G (Snapdragon 855)

Durante la kermesse catalana è stato svelato anche LG V50 ThinQ 5G, il top di gamma con modem Snapdragon X50 e tripla fotocamera posteriore. Frontalmente c’è un display da 6.2″ Full HD+, ma tramite un’apposita cover è possibile avere un ulteriore display secondario con tecnologia OLED da 6.2″.

LG V50 ThinQ 5G è disponibile dal 10 maggio in Sud Corea al prezzo di 1.199.000 won, circa 899€.

lista smartphone 5g

ZTE Axon 10 Pro 5G (Snapdragon 855)

Assieme a Huawei, ZTE è uno dei nomi principali che porta avanti il settore delle telecomunicazioni nel mondo, soprattutto se si parla di 5G. E dopo i prototipi mostrati negli scorsi anni, non poteva mancare ZTE Axon 10 Pro 5G, presentato sempre al MWC 2019. Oltre al display AMOLED da 6.47″, abbiamo una tripla fotocamera sul retro da 48+20+8 mega-pixel ed una batteria da 4000 mAh.

I dettagli su data e prezzo di ZTE Axon 10 Pro 5G sono ancora fumosi, con una finestra temporale compresa nella prima metà del 2019.

lista smartphone 5g

Nubia Mini (Snapdragon 855)

Concludiamo con Nubia Mini, inserito in questa lista unicamente per completezza. Questo perché, a differenza di tutti i modelli succitati, si tratta di un dispositivo prototipale. Nubia ha scelto di mostrarlo alla fiera di Barcellona per evidenziare il proprio lavoro verso la connettività 5G. E l’ha fatto adottando dimensioni molto contenute, al contrario di tutti i modelli 5G visti finora.

Nubia Mini rappresenta, quindi, l’antipasto a quello che sarà il vero e proprio top di gamma 5G per il 2019 dell’azienda.

lista smartphone 5g


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.