Apple iphone economico

Apple: in Cina le spedizioni di iPhone sono in crescita

Non è passato troppo tempo da quando vi abbiamo fornito i dati riguardo le vendite di iPhone in Cina. Avevamo visto, infatti, come i nuovi modelli, capitanati da iPhone 11, erano piaciuti ed avevano riscosso successo in questo mercato. Sembra che il trend, dunque, non sia cambiato, dato che i risultati continuano ad essere positivi per l’azienda di Cupertino. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, pare che tale brand continui ad accumulare consensi in questo Paese, nonostante un calo generale delle vendite di smartphone.

A settembre e ottobre le vendite di iPhone sono aumentate del 6%

iphone 11 cover pellicole

Nelle scorse ore sono stati rilasciati alcuni dati di vendita di iPhone degli ultimi mesi. Stando a quanto dichiarato dalla China Academy of Information and Communications Technology Apple avrebbe aumentato le proprie vendite, a settembre e ottobre, del 6% rispetto allo scorso anno. Questo sarebbe avvenuto, dunque, all’interno di un clima non troppo favorevole a questo mercato. In generale, infatti, il mercato degli smartphone ha subito, in questo Paese, un calo del 5%.

LEGGI ANCHE:
iPhone 11 riceve Deep Fusion con iOS 13.2: funzionamento e differenze

Si tratta di dati certamente esatti, dato che le aziende sono costrette a comunicarli a tale ente. Da questo punto di vista, quindi, non si tratta affatto di una stima. Attualmente, infatti, Apple ha venduto sul territorio cinese circa 10 milioni di iPhone. Non parliamo necessariamente, però, di iPhone 11, anche se il prezzo leggermente minore di questo device rispetto all’edizione precedente ne ha facilitato l’ascesa.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Source :

China Academy of Information and Communications Technology

Altre news
xbox series x
Xbox Series X è ufficiale: uno sguardo alla next-gen Microsoft