Notebook pieghevoli: per Intel non ci vorrà molto al debutto

samsung

Questo 2019 sancirà il debutto dei dispositivi pieghevoli, per quanto i problemi vissuti da Samsung Galaxy Fold e la fragilità di Nubia Alpha non facciano sperare per il meglio. Ma in futuro a piegarsi non saranno soltanto smartphone e smartwatch, ma anche i notebook. Se ne parla già da fine 2018, ma la cosa potrebbe concretizzarsi già nel giro dei prossimi anni. Come affermato dalla dirigenza di Intel, i primi prodotti potrebbero arrivare già verso il 2021.

I notebook pieghevoli sarebbero più vicini di quanto si possa pensare

Ormai non c’è una fiera dell’elettronica che manchi di un’esposizione di display pieghevoli. Basti pensare al recente CITE di Hong Kong, durante il quale sono stati esposti display multi-piega che vedremo a bordo di smartphone e tablet. Ma costruire un notebook pieghevole è tutt’altra cosa, visto che non c’è soltanto un display a prendere spazio, ma anche una tastiera ed un trackpad. Senza considerare la componentistica interna, meno miniaturizzata e più complicata da assemblare.

Ad esporsi in tal senso è stato proprio Joshua D. Newman, general manager di Intel, ai microfoni di Nikkei: “Attualmente si è ancora alla ricerca di un percorso e stiamo cercando di capire le capacità ed i limiti di questa tecnologia“. Indubbiamente c’è del potenziale ed Intel sta esplorando le possibilità assieme a partner come LG, BOE, Sharp e Samsung. Sempre secondo Joshua ci vorranno almeno 2 anni da oggi per poter vedere i primi laptop del genere in commercio. Ma nel caso questi studi si rivelassero più positivi del previsto, ecco che lo sviluppo tecnologico verrebbe accelerato di conseguenza.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.