AndroidNewsSamsungSmartphone

Samsung Galaxy S7 Edge: continua la carica degli smartphone esplosivi

samsung galaxy s7 edge

Il Galaxy Note 7 è stato al centro di un vero e proprio battery gate, con numerosi casi di dispositivi esplosivi sparsi in giro per il globo. Ma anche l’ex top di gamma Samsung Galaxy S7 Edge non sembra essere da meno con tutta una serie di esplosioni registrate in Inghilterra, Marocco e nelle Filippine e che sembrano continuare anche nel 2019.

Samsung Galaxy S7 Edge si trasforma in una piccola bomba: ecco cosa ne rimane

Questa volta atterriamo in Nigeria, dove un utente che utilizza un Samsung Galaxy S7 Edge da vari anni si è trovato alle prese con l’ennesimo episodio grave. Come nei casi precedenti, lo smartphone ha cominciato a gonfiarsi fino ad esplodere e non era assolutamente inserito in una presa di corrente per la ricarica. Secondo quanto riportato dal proprietario, il dispositivo avrebbe preso fuoco dopo l’esplosione e sarebbe stato necessario gettarlo in secchio pieno d’acqua, per evitare che la situazione peggiorasse.

LEGGI ANCHE:
iPhone X esplode dopo l’aggiornamento ad iOS 12.1

Le immagini in alto mostrano il modello incriminato mentre Samsung avrebbe già contattato l’utente per indagare sulla questione. Ovviamente quanto visto finora non vuole assolutamente creare allarmismi per i proprietari del Galaxy S7, dato che fino ad oggi abbiamo avuto a che fare con casi isolati, in un lasso di tempo abbastanza ampio.


714,99€
715,67
disponibile
16 nuovo da 714,99€
2 usato da 527,71€
Amazon.it
Spedizione gratuita
529,99€
999,00
disponibile
31 nuovo da 529,99€
3 usato da 440,00€
Amazon.it
536,00€
779,00
disponibile
41 nuovo da 535,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
670,00€
1.029,00
disponibile
47 nuovo da 690,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15/07/2019 22:11

Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.