Samsung Galaxy s10 teardown

Samsung Galaxy S10 è lo smartphone più costoso e difficile da riparare

Dopo aver scoperto quanto costa produrlo e quanto è resistente, torniamo a parlare di Samsung Galaxy S10 e lo facciamo con il teardown di iFixit. Non tanto per vedere come sia fatto dentro, quanto per capire quanto sia difficile da riparare. E come prevedibile, i 3 nuovi modelli high-end della compagnia sud-coreana sono piuttosto complessi da aggiustare. Basti pensare che il grado di riparabilità è peggiore di quello di Galaxy S9, già piuttosto rognosi sotto questo punto di vista.

Il teardown di Samsung Galaxy S10 e S10e mostra un elevato grado di difficoltà

Secondo il responso del team di iFixit, l’unico lato positivo è che con un singolo cacciavite Philips è possibile rimuovere tutte le viti presenti all’interno. Quasi tutti i componenti sono modulari e possono essere quindi rimpiazzati indipendentemente dal resto, eccezion fatta per la porta USB Type-C, adesso saldata alla scheda madre. Inoltre, la scomparsa del lettore d’impronte posteriore fa sì che il disassemblaggio della back cover sia facilitato.

Fra i punti peggiori, invece, c’è la sostituzione di batteria e display, sì possibile ma con un processo fin troppo complicato. Senza considerare che il “sandwich” di vetro, frontale e posteriore, rende il tutto ancora più difficile. Nel complesso, Samsung Galaxy S10 si becca un punteggio di riparabilità di 3/10, uno dei più bassi mai visti su iFixit.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Altre news
Nokia porta il 5G 8.3 in Italia e rinnova la fascia entry-level con 3.4 e 2.4