Nell’eterna lotta fra gli operatori italiani, oggi vediamo un nuovo capitolo dello scontro Iliad vs Vodafone. Se vi ricordate, a metà 2018 e inizio 2019 l’operatore guidato da Benedetto Levi fu indagato dal Giurì per pubblicità ingannevole. A questo giro, invece, ad essere preso in giudizio è Vodafone, più nello specifico gli spot che riguardano la rete Giga Network 4.5 e le offerte Unlimited.

LEGGI ANCHE:
Iliad ha fatto perdere 300 milioni di euro agli operatori italiani

Per Iliad le offerte “Unlimited” di Vodafone sono pubblicità ingannevole

La segnalazione di Iliad allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) riguarda in primis la pubblicità legata alla rete Giga Network 4.5. Tuttavia, sotto questo punto di vista il Giurì dello IAP non ha trovato nessuna violazione, come da pronuncia 5/2019 del 12 febbraio. Se invece si parla delle offerte Unlimited, le cose si fanno più intricate. Secondo l’ente italiano, infatti, c’è una situazione di illecito attorno alla definizione di navigazione senza limiti. Ecco quanto dichiarato dallo IAP:

Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la comunicazione commerciale esaminata è in contrasto con l ‘art. 2 CA limitatamente alla informazione necessaria per comprendere la limitazione della navigazione “senza limiti” che non comprende i contenuti accessibili attraverso i link delle app, ed in questi limiti ne ordina la cessazione.

In poche parole, per lo IAP l’utilizzo della parola “senza limiti” va contro quella che è la realtà dei fatti. Le offerte ad essere soggette a questa analisi sono Vodafone Unlimited x3, x4 Pro e RED. Tutte e 3 comprendono l’opzione Giga Illimitati per l’utilizzo di app come Facebook, Instagram, WhatsApp, Spotify e tante altre.

Tuttavia, soprattutto nel caso di social e messaggistica, può capitare di trovare link esterni al loro interno, i quali possono rimandare a siti esterni che non rientrano fra i servizi usufruibili nei Giga Illimitati. Così facendo si illuderebbe l’utente che qualsiasi cosa si faccia all’interno delle app previste sia coperto, quando in realtà basta aprire un video di YouTube da Facebook, per esempio, per non poter usufruire della navigazione senza limiti.

Il tutto si è concluso con lo IAP che ha ordinato la cessazione di questa pratica commerciale da parte di Vodafone. Non ci resta che vedere adesso cosa succederà: quello che sembra certo è che Iliad non starà a guardare all’interno di questa guerra telefonica.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.