Google Maps sarà più preciso grazie all’uso della fotocamera

Il team di Big G sta preparando grosse novità per Google Maps. Prima con l’introduzione degli autovelox, poi con quella della navigazione AR e adesso con una nuova feature per aumentare la precisione. Da sempre la localizzazione è uno dei maggiori crucci, specialmente quando ci si trova in situazioni critiche per il segnale GPS. Ecco perché l’utilizzo della fotocamera dello smartphone potrebbe aiutarci in questo senso.

LEGGI ANCHE:
Project Ara potrebbe tornare in vita con Google Pixel 4

Google Maps: localizzazione più precisa utilizzando la fotocamera

Non si tratta di una vera e propria novità, dato che parliamo di un argomento già trattato al Google I/O 2018. Ma in un recente post sul proprio blog, Google ha chiarito ulteriori dettagli sul suo funzionamento. La tecnologia si chiama VPS, ovvero Visual Positioning System ed ha come scopo quello di far capire allo smartphone dove ci troviamo con molta più precisione.

Basti pensare a quelle situazioni difficili per il segnale GPS, per esempio quando usciamo dalla metropolitana, oppure da un edificio chiuso e soprattutto quando ci si trova a piedi. Non capendo con estrema precisione dove ci troviamo in quel momento, può capitare che Google Maps ci posizioni nella via adiacente alla nostra, oppure dall’altra parte dell’incrocio. Così facendo può risultare difficile capire se bisogni andare a destra o a sinistra.

Ecco, quindi, che viene in nostro aiuto la Global Localization, una feature che combina VPS e GPS. Per utilizzarla basterà aprire la fotocamera, inquadrare i propri dintorni e Google Maps combinerà questi dati con il database di Street View per capire in che punto esatto ci troviamo. Il suo funzionamento è ben illustrato nella GIF qua sopra.

Per quanto incredibile come idea, per il momento è difficile capire se e quando verrà implementata. Questo perché il mondo attorno a noi è in costante cambiamento ed il database di Street View ha costantemente bisogno di essere aggiornato. Senza considerare, poi, le situazioni ambientali, ovvero se sta piovendo, se c’è nebbia o se si è di notte, per fare qualche esempio. Ma ciò non toglie che sia molto affascinante questo nuovo concetto di navigazione satellitare e non vediamo l’ora di vederlo applicato.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.