Samsung Galaxy S10: pronta una soluzione innovativa per il sensore ID

samsung galaxy s10

È ormai dai tempi di Samsung Galaxy S8 che si vocifera circa l’utilizzo del sensore ID nel display da parte dell’azienda coreana. Ora che la tecnologia è stata sdoganata, pare che la società, per i suoi Samsung Galaxy S10 (che potrebbero esserne 3) starebbe pensando ad una soluzione innovativa. In collaborazione con Qualcomm, la società potrebbe optare per un sensore ad ultrasuoni.

Samsung S10 a lavoro con Qualcomm per il sensore ID ad ultrasuoni

Samsung Galaxy S10 sensore ultrasuoni qualcomm

Precisiamo innanzitutto che, la soluzione ad ultrasuoni potrebbe essere applicata soltanto a due dei tre modelli attesi il prossimo anno. Per la versione meno economica, si potrebbe optare per un sensore ID sotto il display di tipo ottico, così come quelli commercializzati ad oggi.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10 ed S10+: ecco come sarà il comparto fotografico | Rumors

Il sensore ad ultrasuoni dovrebbe essere basato infatti su dettagli acustici tridimensionali: riuscirà a catturare l’unicità dei particolari e dell’impronta a 360°. Tuttavia, una soluzione così avanzata comporterà senz’altro un aumento considerevole del prezzo. Il costo stimato è di circa 3 volte superiore rispetto al modulo ottico.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy F: render del primo smartphone pieghevole

Tuttavia, il nuovo scanner consentirà di acquisire un’immagine 3D del dito, rendendolo più efficace, sicuro e non influenzato da fattori come grasso della pelle ed acqua. Samsung Galaxy S10 dovrebbe raggiungere il mercato il prossimo febbraio ed è atteso da molti con ansia perché potrebbe rappresentare un punto di svolta da alcuni punti di vista rispetto agli ultimi modelli.


479,00€
disponibile
5 nuovo da 435,30€
1 usato da 340,82€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 16/06/2019 18:23

Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.