whatsapp hacker

Whatsapp: nuovo grave bug di sicurezza dai file MP4

Da qualche anno Whatsapp è al centro di numerose vicende legate a varie minacce di sicurezza a danno degli utenti. Sebbene l’applicazione di messaggistica, di proprietà di Facebook, abbia cercato di porre rimedio a questa situazione, continuano gli attacchi da parte degli hacker. Su una piattaforma di questo tipo, però, il furto dei dati potrebbe davvero mettere in ginocchio l’app stessa. Nelle scorse ore, infatti, è stata scoperta una nuova falla, che a causa di un particolare bug riguardante file MP4 dannosi, può compromettere la sicurezza degli utenti.

Whatsapp è vulnerabile, soprattutto le versioni meno recenti

whatsapp logo

Stando a quanto trapelato in queste ore, Whatsapp presenterebbe una falla abbastanza grave. Dal team di sviluppo, infatti, è emerso che la minaccia deriverebbe direttamente da file MP4 dannosi. Grazie ad essi, infatti, gli hacker sarebbero in grado di installare un qualsiasi tipo di codice fraudolento, con il fine di prelevare probabilmente dati sensibili degli utenti.

Questo bug è stato riscontrato su versioni più datate di Whatsapp. Su Android, dunque, parliamo di versioni più vecchie della 2.19.274, mentre su iOS sono incriminate quelle precedenti alla 2.19.100. Non sono esenti da questo problema, poi, gli account business ed enterprise. Su quest’ultimo, dunque, sono a rischio tutti gli utenti con una versione precedente la 2.25.3. In ambito business, invece, parliamo delle versioni 2.19.104 per Android e 2.19.100 per iOS.

Da parte dell’azienda viene reso noto che faranno tutto il possibile per porre rimedio a questo problema, anche in futuro. Restiamo in attesa, dunque, di ulteriori informazioni a riguardo.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Source :

Gizmochina

Altre news
gmail-logo
Da oggi potrete inviare un’email come allegato con Gmail