News

Nvidia Shield TV 2019 supporterà Google Stadia. Che ne sarà di GeForceNow?

Nvidia Shield Tv 2019

Negli ultimi giorni abbiamo parlato delle ultime indiscrezioni riguardanti la nuova Nvidia Shield TV. Da quello che era trapelato sembrava che non dovesse cambiare molto dal punto di vista hardware, apportando sensibili novità solo in ambito software. Pare che queste voci siano state confermate, portando Nvidia stessa a concorrere, forse, con Google Stadia.

Nvidia cosa farà del proprio servizio GeForceNow?

Nvidia Shield Tv 2019

Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova piattaforma su cui si baserà Nvidia Shield TV dovrebbe supportare nativamente Google Stadia. Parliamo, quindi, di un servizio di streaming dei videogiochi che Google ha da poco presentato al mondo intero e che, da novembre, prenderà effettivamente forma.

Nvidia Shield TV dovrebbe giungere sul mercato entro fine anno, portando con sé un controller completamente nuovo, così come un telecomando rivisto in ogni sua forma. Pare che il brand sia deciso, però, ad offrire ai propri clienti anche una seconda scelta, direttamente legata a Google Stadia. Dovrebbe essere commercializzata, infatti, una versione più alleggerita di Nvidia Shield TV, eliminando la presenza del controller Nvidia e permettendo a tutti gli abbonati a Stadia di sfruttare il controller sviluppato dalla casa di Mountain View.

Questa scelta da parte di Nvidia sembra quasi folle. Google Stadia andrebbe, infatti, a fare concorrenza al servizio di streaming dei videogiochi denominato GeForceNow, che attualmente è ancora in beta. Non sappiamo se l’azienda abbia in cantiere di presentarsi con un abbonamento simile a quello sviluppato da Google o se voglia concorrere con quest’ultimo brand.

Attendiamo ulteriori notizie, sperando che Nvidia rilasci presto qualche informazione ufficiale.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.