18enne fa causa ad Apple: chiesto risarcimento di 1 miliardo di dollari

Logo di Apple

Ha del clamoroso quanto successo a New York. Un 18enne del luogo ha intentato una causa contro Apple a causa di un arresto dettato dal sistema di riconoscimento facciale di Apple.

LEGGI ANCHE: L’accordo Apple-Qualcomm taglia fuori Intel dalla produzione dei modem 5G

Richiesto 1 miliardo di risarcimento ad Apple: ecco il motivo

La FBI ha pagato più di $1.3 milioni per accedere all'iPhone di San Bernardino?

Ousmane Bah, protagonista della vicenda, è stato arrestato il 29 novembre scorso dopo una serie di furti avvenuti all’Apple Store di Boston. La società sarebbe risalita a Bah a causa dell’ID rubato dal ladro. Il malinteso è stato dato dall’impossibilità da parte di Apple di associare un volto all’ID, per questo i sospetti sono ricaduti su Bah.

LEGGI ANCHE: Netflix cresce ancora e non si preoccupa di Apple e Disney

Tuttavia il caso si è risolto, anche se non in maniera così tempestiva, dal momento che un detective ha controllato di persona i filmati relativi ai furti, vedendo la totale assenza di tratti coincidenti tra il ladro e l’imputato. Dopo la vicenda, conclusasi fortunatamente bene per il ragazzo 18 enne, lo stesso ha richiesto un ingente risarcimento ad Apple, pari a circa 1 miliardo di dollari. Pur non raggiungendo tali cifre, è molto probabile che la società di Cupertino sia obbligata in tal senso a risarcire il ragazzo e, in seconda battuta, a rivedere i sistemi di sorveglianza.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.