Anche se non è ancora ben chiara la problematica riscontrata, nella giornata di ieri vi sarete probabilmente accorti che Facebook, Instagram e WhatsApp sono andate down. Le piattaforme di Mark Zuckerberg non sono state le uniche ad essere colpite, visto che anche Twitter ha registrato dei malfunzionamenti. Questo intoppo è proseguito per diverse ore: anche adesso su Facebook sto riscontrando qualche problematica di aggiornamento delle pagine. Il tutto per la gioia di Pavel Durov, il creatore di Telegram, piattaforma di messaggistica sempre più diffusa e che, per via di questa falla, ha acquisito moltissimi nuovi utenti.

Il down generale delle piattaforme di Mark Zuckerberg ha dato un boost impressionante a Telegram

Basti pensare che nelle ultime 24 ore su Telegram sono arrivati 3 milioni di nuovi utenti. E con buona probabilità molti di questi sono proprio coloro che hanno riscontrato problemi con Facebook, Instagram ma soprattutto Messenger e WhatsApp. Un blackout che a Mark Zuckerberg è costato non soltanto un grosso quantitativo di utenti passati alla concorrenza, ma anche un danno economico tangibile.

Seppur non sia possibile calcolare una stima precisa, si può fare un calcolo più o meno approssimativo. Considerando che Facebook Inc. ha affermato di guadagnare circa 189 milioni di dollari al giorno. Ciò comporterebbe una perdita di circa 110 milioni di dollari per le 14 ore in cui le piattaforme hanno avuto tali problemi. Senza contare il giro monetario dietro al lavoro di creators ed influencers, con milioni di dollari persi in tutto il mondo.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.