Nel 2018 smartwatch e smartband hanno avuto un’impennata sul mercato. Sempre più persone si sono decise ad acquistare wearable, spesso con l’intento di utilizzarne le diverse feature legate al fitness. Ma quanto sono veramente affidabili i device in questione? Uno studio del Consumer Council di Hong Kong ha in parte risposto a questo importante quesito.

Smartwatch e smartband: ecco i limiti messi a nudo da uno studio ad hoc

Lo studio ha raccolto ben 17 smartwatch e 3 smartband, comparate a strumenti di misurazione medici ed i risultati sono stati sorpendenti. Numeri alla mano, i device smart protagonisti dell’esperimento hanno mostrato dati alcune delle volte scostanti di oltre l’88% rispetto a quelli reali.

LEGGI ANCHE: Il 2019 sarà l’anno degli smartwatch: ecco il perché

I parametri d’interesse hanno riguardato il conteggio passi, calorie bruciate e funzionamento del GPS. Per quanto riguarda il conteggio passi lo studio ha riscontrato differenze che vanno dall‘11% al 49%, con numeri altrettanto impietosi in relazione alla distanza percorsa, dove soltanto 5 modelli sono riusciti a mantenersi sotto il 10% di differenza.

LEGGI ANCHE: Crescono le vendite di indossabili e smartwatch: stime rosee dell’IDC

Sui 20 modelli poi, soltanto 13 di questi erano dotati di GPS, ma anche qui i risultati non sono stati dei migliori, soltanto 4 di questi sono riusciti a fornire un margine del 5% di errore. Nonostante i risultati “terribili” ottenuti dai device, è importante comunque ricordare che tutti questi dispositivi offrono dei valori indicativi e che il più delle volte servono agli utenti come parametro su se stessi da confrontare di giorno in giorno e, in nessun caso, si arrogano il diritto di sostituirsi a strumenti professionali.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.