#10yearchallenge: ecco com’erano i telefoni 10 anni fa

#10yearchallenge

Negli scorsi giorni sui social è impazzata la #10yearchallenge, con cui paragonare una propria foto di 10 anni fa con una di adesso e mostrare cosa e quanto è cambiato. Ma cosa succederebbe se questa challenge venisse applicata al mondo degli smartphone? A svelarcelo è PhoneArena, con una galleria che mette a confronto gli attuali top di gamma dei principali brand con il flagship del 2009.

LEGGI ANCHE:
Samsung Galaxy S10+ sarà esagerato: ceramica, 12GB di RAM e 1TB di memoria!

#10yearchallenge anche per gli smartphone: ecco i modelli più “antichi”

APPLE

apple iphone 3gs iphone xs max
iPhone 3GS – iPhone XS Max

Partiamo con iPhone 3GS, il successore del celebre iPhone 3G la cui “S” indicava un piccolo upgrade rispetto al predecessore, regola che Apple ha ripreso più di una volta negli anni dopo. E ne è un esempio il più recente iPhone XS Max, le cui dimensioni fanno impallidire il modello di 10 anni fa: 3.5″ contro 6.5″.

SAMSUNG

Samsung Galaxy i7500 – Samsung Galaxy Note 9

Nell’attesa di scoprire la famiglia S10, che segnerà proprio il decimo anniversario della gamma dell’azienda, Samsung Galaxy i7500 fu il primo modello da cui partì tutto. Il display era già un AMOLED ma a soli 3.5″, quello che era un po’ lo standard dell’epoca. E se si parla di software, a bordo del telefono trovavamo quello che successivamente sarebbe divenuto celebre come Android. E 10 anni dopo, il Samsung Galaxy Note 9 rappresenta proprio uno dei modelli migliori con OS made  by Google.

HTC

HTC Hero – HTC U12+

Probabilmente lo smartphone più apprezzato di 10 anni fa fu proprio HTC Hero, conosciuto anche come G2 in alcuni mercati europei. Questo telefono si contraddistingueva per un design atipico con scocca curva, oltre che un rivestimento in teflon anti-graffio. Un successo che, purtroppo, è andato scemando nel corso degli anni, fra scelte poco felici, prezzi non molto aggressivi ed una disponibilità non eccelsa.

SONY

Sony Ericsson Xperia X2 – Sony Xperia XZ3

Un’altra azienda che ha faticato nel mantenere il blasone a 10 anni di distanza è Sony, allora conosciuta ai più come Sony Ericsson. Basato su Windows Mobile, il Sony Ericsson Xperia X2 integrava un display da 3.2″, una tastiera QWERTY a scomparsa ed una delle migliori fotocamere che era possibile avere su un telefono a quei tempi.

 LG

LG enV Touch – LG V40

Anche LG sta faticando non poco nel rimanere sulla cresta dell’onda, specialmente nel nostro mercato. Tuttavia, l’LG enV Touch fu uno dei principali competitors proprio di iPhone 3GS, oltre che uno dei modelli più diffusi. Con un display da 3″, aveva caratteristiche degne di nota, a partire da un design “moderno”, una fotocamera da 3 mpx con autofocus, ottima connettività ed un’interfaccia accattivante

MOTOROLA

Motorola Droid – Moto Z3

Dopo l’acquisizione da parte di Lenovo, anche Motorola ha continuato non senza problemi ad operare nei paesi occidentali. Ma il Motorola Droid fu uno degli high-lights di quei tempi, integrando per primo Android 2.0 e con tanto di navigazione via Google Maps. Era anch’esso uno dei vari smartphone con slider, molto diffusi 10 anni fa, ed aveva una scheda tecnica che, a tutto tondo, era una delle migliori.

NOKIA

Nokia N900 – Nokia 8 Sirocco

Concludiamo con un altro brand storico che, però, ha seguito un percorso piuttosto differente. Mentre tutti gli altri si buttavano su Android, ha portato avanti un discorso interamente incentrato su Windows Mobile, non ottenendo quanto sperato. Salvo poi tornare pochi anni fa sotto la direzione di HMD Global. Comunque, il Nokia N900 fu un altro dei telefoni più di successo del 2009. Facendo scorrere di lato il display da 3.5″ si rivelava l’ampia tastiera QWERTY.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.