NewsOperatori

ho. Mobile dichiara guerra a Vodafone: aumenta il costo di attivazione

Ho mobile logo

A partire da oggi, ho. Mobile ha cambiato il costo di attivazione per la sua promo da 50 Giga a 9.99 euro ma solo per quanto riguardo uno specifico operatore. Se siete intenzionati a passare al nuovo gestore low cost con portabilità da Vodafone, allora sappiate che sarà a caro prezzo.

ho. Mobile vi farà pagare a caro prezzo il costo di attivazione (se venite da Vodafone)

ho mobile

Infatti, sul sito ufficiale di ho. Mobile è possibile notare un piccolo cambiamento per quanto riguarda il costo di attivazione e della nuova SIM. Cliccando sul link – come nell’immagine in alto – verrete rimandati ad una lista con tutti gli operatori con cui sarà possibile pagare solo 9.99 euro per l’attivazione.

ho mobile

Tra questi abbiamo un grande assente: Vodafone. Qualora decidiate di passare a ho. Mobile dall’operatore rosso, allora in questo caso si salirà a 19.99 euro, cifra che comprende sia il costo della nuova SIM che l’attivazione. Quindi, il cliente Vodafone che passa al nuovo gestore non potrà usufruire dello sconto dedicato a chi proviene da altri operatori e i 10 euro verranno addebitati sul credito residuo.

LEGGI ANCHE:
APN ho.: come configurare i parametri Internet ed MMS su Android, iPhone, iPad e tablet

Molto probabilmente questa mossa è stata introdotta al fine di evitare che i clienti dell’operatore rosso si dirigano verso la compagnia low cost. Vale la pena ricordare che negli scorsi mesi c’era stata parecchia reticenza (per non parlare di vero e proprio ostruzionismo) da parte dei rivenditori per quanto riguarda il passaggio di numero Vodafone a ho. e questo potrebbe essere un modo “elegante” per mettere fine alla questione senza troppi problemi. Che ne pensate? Siete ancora convinti di voler cambiare?


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.