Altri problemi coinvolgono Facebook a riguardo del trattamento dei dati personali degli utenti. Un hacker ha scoperto che un’applicazione di nome NameTests è affetta da una vulnerabilità che ha messo a rischio i dati di 120 milioni di utenti. L’azienda si difende asserendo che non ci sono alcune prove a riguardo di eventuali abusi.

Facebook: ancora guai per cattiva gestione della privacy degli utenti

facebook falla sicurezza nametests

NameTests è un’applicazione diffusissima sulla piattaforma social che permette di eseguire test di diverse tipologie.  Inti De Ceukelaire è l’hacker (etico) che ha scoperto una falla (ricevendo una ricompensa da Facebook), stando a quanto dichiarato, decisamente banale. Tutti i dati degli utenti – nome, cognome, data di nascita, ID Facebook, lista di amicizie, lingue parlate – erano conservati in un file javascript accessibile praticamente a chiunque. La falla pare esistesse già dal 2016.

LEGGI ANCHE: Facebook: in arrivo una tecnologia di ascolto “nascosto” tramite smartphone

Facebook, avvisata da  De Ceukelaire, ha provveduto a sistemare la falla di sicurezza insieme a Social Sweethearts, società proprietaria di NameTests.  Inoltre, il social ha anche revocato l’autorizzazione precedentemente concessa dagli utenti all’app. In soldoni, se vorrete utilizzarla ancora dovrete garantire nuovamente i permessi.

LEGGI ANCHE: Facebook: presto potremo evitare post di argomenti che non ci piacciono

Dal canto suo Social Sweethearts sostiene che  – sebbene la falla esista – non ci siano comunque prove a riguardo di possibili abusi fatti utilizzando le informazioni rubate dal javascript incriminato. De Ceukelaire è scettico, secondo lui il bug di sicurezza era talmente evidente che ritiene di non essere stato l’unico ad accorgersene.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.