AutomobiliNewsRoboticaTech

Tesla Model X: l’azienda si difende dopo un incidente mortale

tesla model x

Dopo il caso di Uber, lo scorso 23 marzo abbiamo assistito ad un altro incidente mortale, che ancora una volta ha coinvolto un’auto a guida autonoma. Si tratta di una Tesla Model X e l’azienda – tramite un comunicato sul blog ufficiale – è intervenuta in difesa della vettura.

Incidente Tesla Model X: i log indicano che il conducente ha ignorato gli avvisi dell’Autopilota

tesla model x

Mentre sono ancora in corso le indagini – sia per quanto riguarda Uber che la stessa Tesla – l’azienda ha deciso di farsi portavoce dei propri interessi. Lo scorso venerdì, un’auto a guida autonoma Tesla Model X si è schiantata contro una barriera divisoria sulla Route 101 in California. Il conducente, dopo la corsa in ospedale, è deceduto a causa delle ferite. Testa ha fin da subito offerto tutto l’aiuto possibile all’NTSB (National Transportation Safety Board) e alle autorità competenti, al fine di ricostruire l’accaduto.

E mentre imperversa il dibattito sulla sicurezza delle auto a guida autonoma, l’azienda ha rilasciato una dichiarazione in merito all’accaduto. Dopo aver effettuato tutti i controlli del caso, è arrivato un responso ufficiale. Stando ai log della vettura, l’Autopilota avrebbe cercato di avvertire il guidatore con segnali visivi ed acustici. Quest’ultimo avrebbe tolto le mani dal volante nei secondi prima dell’impatto. Inoltre, egli avrebbe avuto 5 secondi di tempo e ben 150 metri di visuale per poter intervenire ma gli avvisi sarebbero stati ignorati. Ovviamente le dinamiche dell’incidente sono ancora al vaglio delle autorità ma di certo i log di sistema dell’automobile incriminata gettano un po’ di luce sull’accaduto.

Come Uber, anche NVIDIA ha sospeso i test sulle auto a guida autonoma

Nel frattempo, procedono anche le indagini in merito all’incidente mortale che ha coinvolto un’auto a guida autonomia di Uber. Nell’attesa del responso di chi di dovere, sembra che NVIDIA abbia sospeso i test per tali vetture. Il produttore fornisce i propri processori a Uber ed un portavoce avrebbe dichiarato: “L’incidente è stato tragico. Un episodio che ci ricorda quanto la guida autonoma sia complicata e quanto sia necessario approcciarla con estrema cautela, adottando le migliori tecnologie per la sicurezza”.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.