amd ryzen

AMD Ryzen e Threadripper: in arrivo taglio di prezzo

AMD ha annunciato una riduzione di prezzo ufficiale nei listini di alcuni processori per sistemi desktop della famiglia Ryzen. Le variazioni al ribasso rendono l’architettura AMD Ryzen ancora più interessante di quanto non lo fosse sino ad ora. Sembra che AMD voglia sfruttare al meglio i problemi che sta riscontrando Intel a causa dei bug Meltdown e Spectre, conquistando alcuni clienti della casa di Santa Clara.

Le CPU AMD Ryzen sono in saldo

amd ryzen price cut

AMD Ryzen 7 1800X costerà ben 100 dollari in meno. Stesso taglio per Threadripper 1900X che passa da 549 a 449 dollari. Riduzione di 90 dollari per Ryzen 7 1700X, che passa da 399 a 309 dollari. Ryzen 7 1700, invece, costerà 30 dollari in meno (da 329 a 299 dollari).

La gamma Ryzen 5, quella che molti giocatori hanno nel mirino, si fa ancora più interessante con Ryzen 5 1600X e Ryzen 5 1600 che scendono di 30 dollari, rispettivamente a 219 e 189 dollari. Ryzen 5 1500X passa da 189 a 174 dollari.

AMD Ryzen e Threadripper: ecco i nuovi prezzi

Nell’offerta rientra anche il Ryzen 5 2400G, caratterizzato da quattro core ed otto thread, operanti a frequenze comprese fra i 3.2 ed i 3.5 GHz, mentre la GPU dovrebbe essere costituita da 12 compute units. Il prezzo è pari a 169 dollari. C’è anche un altro modello, un quad-core senza SMT chiamato Ryzen 3 2200G, venduto a 99 dollari.

AMD Ryzen 3 2200G è caratterizzato da quattro core senza tecnologia hyper-threading e con una frequenza operativa non ancora specificata, ma idealmente compresa fra i 3 ed i 3.3 GHz. Il comparto grafico vanta invece una GPU costituita da 8 o 10 compute units. Questi tagli dovrebbero ripercuotersi presto sui principali negozi on-line per la gioia degli acquirenti.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Altre news
Nokia porta il 5G 8.3 in Italia e rinnova la fascia entry-level con 3.4 e 2.4