Da ora in avanti su Steam non sarà più possibile pagare tramite Bitcoin. La notizia è arrivata ieri con un comunicato del team di Valve sulla piattaforma ufficiale. Si tratta di una scelta che va contro quanto deciso lo scorso 2016, anno in cui lo store videoludico decise di supportare la criptovaluta. Ma quali sono le ragioni?

Steam fa retrofront: tolto il pagamento tramite Bitcoin

Steam Summer Sale 2017

La decisione del team di Steam arriva a seguito della decisa crescita che il Bitcoin sta avendo in questi mesi. La valuta virtuale sembra quasi inarrestabile, con un’ascesa che a breve dovrebbe toccare i 15.000 dollari. Quindi perché decidere di togliere il supporto?

Niente Bitcoin su Steam: “È troppo volatile”

Secondo quanto affermato, il motivo è legato a tasse elevate e alla volatilità. Basti pensare che inizialmente una transazione comportava una tassa di 0.20 dollari. Con la suddetta crescita, invece, la stessa transazione comporta un costo di 20 dollari. Non sorprende, quindi, che Valve abbia deciso di fare un passo indietro, dato che queste tassazioni non sono da loro controllate.

Per quanto riguarda la volatilità, si tratta di una caratteristica intrinseca del Bitcoin. Tuttavia, negli ultimi mesi il tutto si è amplificato, arrivando a perdere anche il 25%. Ciò risulta un problema per gli utenti che vorrebbero acquistare. Fra il momento in cui viene avviata la transazione e quando si conclude, infatti, gli sbalzi di valore potrebbero portare ad un aumento del prezzo. Secondo quanto affermato, “a questo punto il supporto dei Bitcoin come mezzo di pagamento è diventato insostenibile. Potremmo rivalutare il tutto quando la valuta avrà senso per noi e per la community Steam


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.