AndroidNewsSmartphone

RED Hydrogen One: presentati il brevetto ufficiale e primi moduli

red smartphone

Dopo l’annuncio ufficiale della scorsa settimana, RED brevetta il suo smartphone olografico mostrandoci alcune informazioni interessanti sulla sua modularità. Infatti, mentre delle specifiche del RED Hydrogen One si sa ancora poco, i progetti mostrano dettagliatamente dei moduli magnetici in stile Motorola.

RED Hydrogen One: presentati il brevetto ufficiale e primi moduli

RED Hydrogen One moduli

RED entra ufficialmente nel mercato degli smartphone e lo fa presentando un prodotto con caratteristiche completamente inedite. Oltre al display olografico, il telefono della casa americana sarà, a quanto pare, rivoluzionario anche nel suo comparto modulare. Pur utilizzando un tipo di connessione magnetica già noto, i moduli del RED Hydrogen One saranno infatti completamente diversi da ciò che siamo abituati a vedere, ad esempio, nella serie Z di Motorola. Dal progetto si nota innanzitutto come l’intento di RED sia quello di realizzarli tutti delle stesse dimensioni dello smartphone. Ogni modulo sarà poi dotato a sua volta dei pin di connessione, già presenti nella scocca del dispositivo. Tutto ciò permetterà quindi di montarne più di uno contemporaneamente espandendo all’infinito le potenzialità del telefono.

red smartphone

I moduli disponibili, poi, in puro stile RED, saranno incentrati principalmente nel fare del telefono una vera e propria reflex. Oltre quindi ai “classici” moduli speaker, batteria e proiettore, ne verranno probabilmente commercializzati altri, molto più professionali. Hydrogen One dovrebbe quindi poter supportare sensori ottici, impugnature stabili e mirini elettronici per soddisfare gran parte delle esigenze di operatori, cinematografici e non, da sempre target della nota azienda statunitense.

Naturalmente tutto questo sarà caratterizzato dall’ormai classica qualità di RED. Il modulo fotocamera del RED Hydrogen One, infatti, supporterà la registrazione 8K, inedita su dispositivi del mondo mobile. I sensori dovrebbero essere alternativamente CMOS, CCD o FOVEON in dimensioni che variano dal mezzo pollice al full frame. Aspettando quindi il Q1 2018, quando il telefono sarà spedito, trovate il documento ufficiale nel sito dell’ufficio brevetti statunitense.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.