Samsung Pay

Samsung Galaxy On 5 2016 trapela su GeekBench con Android 6.0

Il sito di importazione ed esportazione Zauba ha mostrato il mese scorso un nuovo smartphone di Samsung denominato Samsung Galaxy On 5 2016 (SM-G570).

Il dispositivo misterioso è stato importato in India per scopi di ricerca e sviluppo. Dal momento che il Samsung Galaxy On 5 2015 porta il numero di modello SM-G550, sembra abbastanza evidente che l’SM-G570 importato sia il Samsung Galaxy On 5 2016.

Samsung logo

Samsung Galaxy On 5 2016: ecco le prime info rivelate da GeekBench

Il terminale è stato avvistato ora sul noto portale di benchmark GeekBench dopo un test di riferimento. Secondo la suite, il Galaxy On 5 2016 sarà disponibile con Android 6.0.1 Marshmallow pre-installato.

Lo smartphone inoltre, sarà dotato di 2 GB di RAM e mosso da un processore quad-core da 1.38 GHz.

Samsung Galaxy On 5 2016 GeekBench

Purtroppo GeekBench non ha rivelato il produttore del chipset, ma il SoC potrebbe appartenere alla serie Exynos. Il benchmark, infine, ha rivelato che il Samsung Galaxy On 5 2016 ha ottenuto un punteggio di 2027 in multi-core e 646 in single-core.

Per quanto riguarda il resto delle specifiche, Zauba ha mostrato solo la diagonale del display, pari a 5 pollici.

Le ultime indiscrezioni, tuttavia, indicano che il dispositivo potrebbe includere una fotocamera posteriore da 13 mega-pixel e un display con risoluzione HD 1280 × 720 pixel. I prezzi e la disponibilità del nuovo device di casa Samsung non sono ancora noti.

L’azienda sudcoreana, poi, dovrebbe annunciare anche il Galaxy On 7 2016. Quest’ultimo device potrebbe essere caratterizzato da un display da 5.5 pollici di diagonale e da un chipset Snapdragon 625.

Samsung

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook “GizBlog.it“. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

Altre news
iPhone 9
iPhone 9 compare in un video su TikTok, ma è un fake