AndroidiOS

Testo in grassetto e corsivo con il nuovo aggiornamento di WhatsApp

WhatsApp

Con l’ultimo aggiornamento, WhatsApp ha aggiunto la possibilità di inviare righe di testo in grassetto, corsivo o barrato in maniera incredibilmente semplice e veloce. Dopo un lungo periodo di prova, la nuova funzione è stata implementata ufficialmente nella versione 2.12.535 dell’applicazione per Android e quella 2.12.17 per iOS.

Grassetto, corsivo e sbarrato in WhatsApp

  • Per inserire un testo in grassetto, basta aggiungere un asterisco su entrambi i lati del testo. (Esempio: *grassetto*)
  • Per inserire un testo in corsivo, basta aggiungere un trattino basso su entrambi i lati del testo. (Esempio: _corsivo_)
  • Per inserire un testo barrato, basta aggiungere una tilde su entrambi i lati del testo. (Esempio: ~barrato~)
  • È inoltre possibile combinare questi nuovi formati tra loro, dando ad esempio vita al _*grassetto corsivo*_.

Un’altra nuova funzione implementata con l’ultimo aggiornamento è la possibilità di condividere velocemente i propri documenti su Google Drive, particolarmente utile per chi utilizza WhatsApp anche per lavoro.

Con oltre un miliardo di utenti regolari, WhatsApp è oggi il servizio di messaggistica istantanea più utilizzato al mondo. Facebook acquistò ufficialmente la piattaforma nel 2014 per ben $19 miliardi. Tuttavia da allora, a parte per l’introduzione delle chiamate vocali, l’applicazione è rimasta sostanzialmente invariata.

Con l’abbandono dello storico abbonamento annuale e questa improvvisa implementazioni di nuove funzioni, è chiaro che la concorrenza di Telegram cominci a farsi sentire.

Via