FacebookNews

Quattro mesi di paternità retribuita ai dipendenti di Facebook!

Facebook quartier generale

A meno di una settimana dall’annuncio dei quasi due mesi di congedo parentale che Mark Zuckerberg si concederà dopo la nascita di sua figlia, Facebook annuncia l’adozione di una nuova politica in materia di congedi parentali retribuiti.

Lori Goler, a capo delle risorse umane e del recruting dell’azienda, ha annunciato la decisione in un post, specificando che la direttiva è valida per tutti i dipendenti di Facebook, indipendentemente dalla sede del proprio ufficio; fino ad oggi infatti i quattro mesi di congedo retribuito spettavano solo ai dipendenti Facebook degli Stati Uniti. “La nuova direttiva sarà valida per tutti i più di 11.000 dipendenti di Facebook, neo-mamme, neo-papà e genitori dello stesso sesso” ha aggiunto Goler.

La scelta di Facebook in materia di congedo genitoriale potrebbe costituire un precedente e spingere anche altre aziende a concedere ferie retribuite ai propri dipendenti in caso di maternità o paternità. L’iniziativa si inserisce all’interno del più ampio proposito di Facebook e altre compagnie di offrire più spazio e soprattutto più tempo alla vita familiare. “Il nostro intento è quello di tutelare i dipendenti e le persone che gli stanno più a cuore, ovvero i loro familiari […]. Per troppo tempo il congedo è stato concesso solo alle madri dei bambini, è giunto il momento di rivendicare la parità e di concedere a tutti l’opportunità di trascorrere con serenità i primi giorni di vita dei bambini” si legge sempre nel post di Goler.

Un’iniziativa decisamente nobile da parte di Facebook! Considerando che nel Regno Unito il congedo parentale previsto dalla legge era solo di una o due settimane, i quattro mesi proposti da Zuckerberg e dal suo team costituiscono un notevole salto di qualità.

Via