AccessoriKickstarterRecensioni

Recensione ROBOQI 1: alimentatore wireless da auto a 10W!

ROBOQI 1

Al giorno d’oggi molti brand ritengono fondamentale la ricarica wireless sul proprio top di gamma, per questo motivo i produttori di accessori cercano di offrire sempre più soluzioni agli utenti nell’ambito di questa tecnologia. Tralasciando la casa o l’ufficio, la macchina è il posto che solitamente si frequenta più spesso, per questo motivo sono tanti gli alimentatori senza fili per auto disponibili attualmente sul mercato, alcuni più costosi e complessi, mentre altri economici e molto lenti. Nella recensione di oggi approfondiremo la prima categoria con il ROBOQI 1, quindi non perdiamoci in ulteriori chiacchiere e scopriamo come si è comportato durante i nostri test.

Recensione ROBOQI 1

Unboxing

La confezione di vendita è realizzata in semplice cartonato con un design non particolarmente accattivante. Al suo interno troviamo la seguente dotazione:

  • ROBOQI 1;
  • base wireless;
  • supporto con ventosa;
  • supporto per bocchettoni dell’aria condizionata;
  • alimentatore da auto con Quick Charge 3.0 e ingresso USB alternativo;
  • cavo USB – USB Type-C;
  • manuale delle istruzioni.

Design e costruzione

Il ROBOQI 1 possiede un design piuttosto semplice, ma gradevole. La basetta wireless possiede un meccanismo automatico in cui, una volta poggiato lo smartphone su una piccola levetta, la morsa si chiuderà da sola. Allo stesso modo, quando starete per prendere il dispositivo, questa si aprirà da sola.

ROBOQI Q1

La ventosa è molto buona, ha una superficie un po’ appiccicosa che ne aumenta il grip sul vetro, quindi il supporto rimarrà ben saldo anche con strade più disastrate. Il braccio, inoltre, può essere regolato su più fronti e questo lo rende decisamente comodo. In alternativa, abbiamo il supporto da agganciare ai bocchettoni dell’aria e anche questo risulta rimanere ben saldo ed è resistente. Tuttavia, avrei preferito ci fosse un blocco nella parte inferiore per non far scivolare verso il basso lo smartphone.

Insomma, sotto il profilo della costruzione, dei materiali e della funzionalità questo ROBOQI 1 è un prodotto molto valido.

Infine, sul profilo inferiore troviamo un LED di stato e l’ingresso USB Type-C.

Funzionamento

La basetta wireless, ovviamente, dovrà essere alimentata costantemente per funzionare e per farlo abbiamo a disposizione l’alimentatore da auto con QC 3.0 che va inserito nel porta sigari, oppure possiamo usare un normalissimo cavo Type-C con alimentatore da muro se abbiamo intenzione di utilizzarlo a casa, sebbene questo non sia lo scopo per cui è stato realizzato il ROBOQI 1.

ROBOQI Q1

La ricarica partirà non appena gireremo la chiave fino al primo scatto, quindi anche senza quadro acceso, e di base ha un’uscita massima a 10W. Tuttavia, non è supportata con tutti gli smartphone, ma solo con alcuni e questo significa che per gli altri la ricarica sarà molto lenta. Più nel dettaglio gli iPhone vengono ricaricati a 7.5W, mentre tutti i Samsung a 10W. L’aspetto negativo è che effettuando i test anche con Huawei Mate 20 Pro si riscontra una lentezza incredibile. Infatti, in 3 ore lo smartphone si è caricato solamente del 50%.

ROBOQI Q1

 

I test effettuati con gli smartphone di casa Apple (iPhone 8 più nel dettaglio) ci hanno restituito dei risultati non prettamente esaltanti, ma nella media per una ricarica wireless a 7.5W, in quanto in un’ora siamo passati dallo 0 al 30%. La ricarica completa avviene in poco più di 3 ore.

Questo ci fa capire che un alimentatore del genere può essere decisamente utile solo se si percorrono lunghi tratti stradali e se si ha quindi una lunga permanenza in auto, in quanto se ci si sposta per al massimo 15/30 minuti riusciremo giusto a dar vita allo smartphone se questo è completamente scarico.

Ciò non toglie che il supporto è comodissimo qualora dobbiate usare Google Maps per tutto il giorno (taxi, Uber, Bla Bla Car ecc…) e quindi potrebbe essere un ottimo strumento da utilizzare per lavoro.

Infine, ci tengo a far presente che il telefono tenderà a scaldare parecchio durante la ricarica, ma voglio specificare anche che i test sono stati svolti in piena estate e quindi le temperature esterne potrebbero in parte aver inficiato sul risultato finale.

Conclusioni

In conclusione ROBOQI 1 è disponibile sul sito ufficiale a 29 dollari, quindi circa 25 euro, una cifra tutto sommato economica per un alimentatore wireless con due buonissimi supporti. Tuttavia, non lo consiglio a tutti, ma solo a possessori di Samsung, iPhone o possessori di dispositivi con QC 3.0 certificata, in quanto per gli altri la ricarica è decisamente troppo lenta.

Infine, potrete trovare il ROBOQI 1 anche su Kickstarter.