5g logo

Wind 3 e Fastweb si uniscono per potenziare 5G e Fibra

Il 5G in Italia è ancora quasi una chimera, trattandosi di una tecnologia molto pionieristica. Al momento è disponibile soltanto in poche città e in alcune zone specifiche, oltre ad essere offerto unicamente da Vodafone e TIM. Ma è soltanto questione di tempo prima che anche altri operatori si uniscano alla feste. E cade proprio a fagiolo l’accordo stretto nella scorsa giornata fra Wind 3 e Fastweb, della durata di ben 10 anni.

Wind 3 sfrutterà la Fibra di Fastweb, il quale sfrutterà il 5G del primo

Pur non trattandosi affatto di una vera e propria fusione, la sinergia fra gli operatori sarà piuttosto importante. Si parla, infatti, di una rete 5G condivisa, gestita da Wind 3 e costituita da macro siti e micro-celle. Ciò sarà possibile grazie anche all’accesso alla rete Fibra di Fastweb, con la quale potenziare l’offerta FTTH e FTTC da parte di Wind 3. Una situazione win win per entrambe le società e con la quale raggiungere una copertura nazionale del 90% entro il 2026. Adesso manca soltanto il via libera da parte delle autorità competenti.

Ecco quanto affermato da Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb:

Attraverso questa collaborazione realizzeremo la migliore rete 5G concretizzando la nostra ambizione di fornire la migliore connettività ai nostri clienti in casa e fuori casa. Siamo ugualmente orgogliosi di mettere la nostra rete in fibra a disposizione di Wind 3 e dei suoi clienti di rete fissa. Aggiungendo un altro cliente così importante al nostro portafoglio rendiamo il nostro ruolo di operatore “wholesale” – grazie ad una infrastruttura a banda ultralarga già disponibile per il 75% della popolazione – sempre più rilevante nel paese.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Altre news
tim 5g
L’AGCOM tranquillizza: “Il 5G non ha effetti negativi sulla salute”