Death Stranding è in ritardo: la conferma Kojima terrorizza i giocatori

Un gioco più atteso di Death Stranding era da tempo che non lo si vedeva. Vuoi per l’alone di mistero creatocisi attorno, vuoi perché parliamo dell’opera prima di Hideo Kojima dal brusco distaccamento da Konami. Annunciato all’E3 2016, siamo ben lungi dall’avere una data ufficiale di debutto sugli scaffali. Anche perché, come confermato dallo stesso autore, lo sviluppo del gioco sta avendo un ritardo rispetto alla tabella di marcia.

Quando arriverà Death Stranding? Il ritardo posticipa il debutto della nuova opera di Hideo Kojima

In occasione di un’intervista rilasciata a J-Wave, Kojima ha affermato di star lavorando quotidianamente controller alla mano a Death Stranding. E vista la natura open world del titolo, il lavoro di testing e rifinitura può rivelarsi estenuante, soprattutto quando si è un perfezionista come il buon vecchio Hideo. Purtroppo ciò comporterà un’attesa maggiore del previsto, pur non avendo ancora una finestra di lancio specifica. Ancora nessun dettaglio preciso, visto che Kojima ha specificato che “è leggermente fuori dal piano iniziale, ma non molto in ritardo“. Nulla di preoccupante, per carità, ma ciò ha subito messo in allarme tutti coloro che ne attendono con impazienza il debutto.

L’unico dato che abbiamo a riguardo è un’affermazione che Hideo fece nel 2016, in cui disse che Death Stranding “uscirà prima delle Olimpiadi”,(riferendosi ai Tokyo 2020 Games), proseguendo così: “Per andare un po’ oltre, c’è un film chiamato Akira, e il gioco uscirà prima dell’anno in cui è ambientato“. E visto che Akira ha luogo nel 2019, ciò significa che Death Stranding dovrebbe uscire nel 2019.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.