Call center, truffa del sì: cos’è e come difendersi

In diversi momenti della giornata riceviamo telefonate da numeri non familiari, il più delle volte provenienti da call center, con la solita proposta di cambiare gestore a prezzi vantaggiosi. Nessun problema quando rifiutate la proposta, ma al contrario, qualora siate interessati, dovrete fare molta attenzione alle frasi pronunciate; così è nata la truffa del sì, scopriamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE: Nuova truffa Poste Italiane: “Nuovo accesso dal dispositivo sconosciuto”

Attenzione alla truffa del sì

 

Stando a diverse testimonianze di utenti insoddisfatti, pare che questi ultimi, dopo esser stati interpellati da call center per cambio gestore (che sia esso telefonico, di luce o altra utenza) si sarebbero trovati ad accettare contratti soltanto rispondendo “sì” alla domanda sul nome e cognome. Praticamente, tramite un lavoro di montaggio verrà utilizzato quel “sì” pronunciato inizialmente e riportato dopo frasi aggiunte in un secondo momento. Questo porterà non pochi problemi e disservizi a chi ne cade vittima.

Come difendersi da questo tipo di truffa?

Come avrete capito, rispondere sì potrebbe bastare all’operatore per concludere il contratto. Dovrete quindi porre particolare attenzione alle domande poste. Un esempio? Nel caso della prima domanda riportante nome e cognome potrete rispondere con un “sono io”. L’unico segreto per evitare di incappare in una truffa, in questo caso, sarà di non rispondere mai sì.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.