AndroidNewsRecensioniSmartphone

Recensione Nokia 2: un Android a soli 100 euro

recensione nokia 2

Quello degli entry level è un mercato di fondamentale importanza per la stragrande maggioranza delle aziende. Si tratta di una fetta consistente di utenti che – per un motivo o per l’altro – sono alla ricerca di uno smartphone economico ma che allo stesso tempo offra delle prestazioni più o meno degne. Il brand finlandese, con la sua gamma di prodotti, cerca di coprire varie fasce di mercato ed il Nokia 2 rappresenta la sua declinazione di fascia bassa. Il piccolo device sarà riuscito a soddisfare le nostre aspettative? Scopritelo nella nostra recensione.

Recensione Nokia 2

Unboxing

La confezione di vendita si presenta nel perfetto stile del produttore finlandese, con un packaging fresco e giovanile. All’interno della scatola troviamo:

  • Nokia 2;
  • caricatore da 5V 2A con presa EU;
  • cavo USB / micro USB;
  • un paio di cuffie auricolari;
  • manualistica.

Design e materiali

Il device misura 143.5 x 71.3 x 9.3 mm per un peso di 161 g. Nonostante si tratti di un dispositivo entry level, Nokia 2 mostra una buona cura nella sua realizzazione. Ciò si evince principalmente dall’attenzione per i dettagli e dalla qualità costruttiva: il device non presenta scricchiolii e l’assemblaggio è impeccabile.

Il retro è composto da una back cover rimovibile in policarbonato, una soluzione cheap che, però, non stona con il design complessivo. Il frame perimetrale è in alluminio, interrotto in alcuni punti da sottili bande plastiche. Il grip si presenta buono: semplice da tenere con una mano, è piccolo e compatto, con i bordi leggermente arrotondati. Il device è anche certificato IP52 ma non azzardatevi ad immergerlo!

Nokia 2

Il retro presenta la fotocamera principale, il logo del brand al centro e – in basso a destra – lo speaker. Frontalmente abbiamo il display, sormontato dalla selfie camera, la sensoristica e la capsula auricolare. In alto a destra troviamo ancora una volta il logo del produttore. Assente il LED di notifica, prima pecca dello smartphone. Come già accennato, la cover posteriore è removibile; sotto di essa troviamo due slot SIM ed uno per la microSD.

Lungo il bordo inferiore troviamo una porta microUSB ed il microfono principale. All’opposto, il microfono per la riduzione dei rumori e l’ingresso mini-jack da 3.5 mm. Il lato destro è occupato dal bilanciere del volume e dal tasto Power.

Anche se la qualità costruttiva è ottima e il design risulta piacevole, la parte frontale trasuda un senso di “fuori dal tempo”. In un mondo (o forse dovremmo dire settore) dominato da smartphone con display in 18:9 e cornici con ottimizzazioni sempre più spinte, il Nokia 2 sembra vivere su un pianeta a sé stante.

E la giustificazione “si tratta di un entry level” non regge, come dimostrano i prodotti di altre aziende. Un’altra nota stonata – a parte la già citata assenza del LED di notifica – è la mancanza del lettore d’impronte. Ennesimo elemento imprescindibile, anche a bordo di dispositivi dal prezzo contenuto.

Display

Il display LCD LTPS da 5 pollici di diagonale, risoluzione HD (1280 x 720 pixel) e 294 PPI si presenta piuttosto vivace. I colori più accesi vengono riprodotti in maniera accettabile e sufficientemente fedele. D’altro canto, i bianchi hanno una forte tendenza all’azzurrino, mentre i neri virano pesantemente verso il grigio scuro.

Inoltre, segnaliamo lungo i bordi un leggero fenomeno di light bleeding che, però, non inficia l’esperienza. Con la luminosità al massimo il pannello è abbastanza visibile sotto il sole. Il sensore di luminosità, poi, è davvero reattivo ed è in grado di calibrare istantaneamente il giusto livello di luminosità.

A parte mettere mano alle dimensioni dei caratteri e a quelle dello schermo, non è presente alcuni tipo di personalizzazione per quanto riguarda la gestione dei colori. Per concludere, a protezione del display troviamo uno schermo Corning Gorilla Glass 3, dalle discrete qualità olefobiche.

Nokia 2

Prestazioni

A bordo del nostro piccolo dispositivo troviamo il chipset Qualcomm Snapdragon 212, dotato di una CPU quad-core con architettura ARM Cortex-A7 a 32 bit e una frequenza massima di 1.3 GHz. Una soluzione non proprio recentissima, accompagnata – e qui il colpo di grazia – da 1 GB di RAM LPDDR3-533 single channel.

Il comparto hardware si presenta assolutamente inopportuno: un simile quantitativo di memoria RAM è ormai appannaggio del passato, così come uno storage di soli 8 GB (anche se va segnalata la presenza dello slot microSD). In merito a quest’ultimo aspetto, evidenziamo che la suddetta può essere utilizzata come memoria di sistema per i dati delle app. In questo modo sarà possibile continuare ad utilizzare il device anche con storage pieno.

L’esperienza offerta dal Nokia 2 è frustrante e durante l’utilizzo si respira un’aria di pesantezza. Impossibile dare la colpa all’OS: a bordo troviamo Android 7.1.1 Nougat con una configurazione quasi totalmente stock (ne parleremo più avanti) ma SoC e RAM proprio non riescono a tenere il passo. Lag, rallentamenti, lentezza generale sono all’ordine del giorno. L’apertura delle app – anche di quelle in background – presenta spesso tempi di latenza non indifferenti. Idem premendo il tasto Home: potrebbero passare anche più di tre secondi prima di poter tornare alla schermata principale. Speriamo solo che futuri aggiornamenti possano risolvere qualcuno dei problemi sopra elencati. In fondo, Nokia si è dimostrata molto attenta lato supporto software e speriamo che il piccolo Nokia 2 possa ricevere Android 8.0 Oreo a breve.

La GPU Adreno 304 potrebbe fare meglio, ma purtroppo il comparto hardware resta quello che è. Quanto detto sopra si traduce in un dispositivo totalmente inadatto al gaming. O meglio, è possibile far girare giochi casual e che non richiedono particolari risorse (anche se abbiamo riscontrato dei – seppur minimi – rallentamenti giocando a Clash Royale). I titoli più pesanti sono praticamente ingiocabili. Nel caso di Asphalt 8 abbiamo avuto a che fare con tempi di caricamento lunghi ed una fase di gioco… inesistente. Non siamo riusciti ad avviare nemmeno una partita e ciò non va bene per niente. Da sconsigliare per i videogiocatori incalliti!

Benchmark

Qualità fotografica

Il Nokia 2 offre una fotocamera principale da 8 mega-pixel, con autofocus e flash LED. La fascia di prezzo non fa di certo presupporre un modulo fotografico soddisfacente. Tuttavia, nella stessa categoria possiamo trovare smartphone ben più performanti sotto questo punto di vista. Il giudizio complessivo non può che essere negativo; con le giuste condizioni di luce, alcuni scatti risultano sufficienti.

Nonostante ciò, spesso il sensore tende a sovra/sottoesporre e le foto presentano dei colori un po’ spenti, con una forte tendenza al giallo. L’HDR ci prova a risollevare alcune scene ma c’è poco da fare. Ovviamente – c’è da aspettarselo – la situazione si fa drammatica man mano che peggiorano le condizioni di luce. Di sera gli scatti risultano pastosi, i dettagli quasi inesistenti. In merito al software, questo si presenta abbastanza scarno. Non ci sono effetti particolari e le uniche modalità disponibili sono Panoramica e Ritocco.

Il Nokia 2 è in grado di registrare video a 720p ed anche qui abbiamo a che fare con gli stessi difetti di cui sopra, con immagini poco definite, colori pessimi ed una patina gialla in alcuni punti.

La selfie camera da 5 mega-pixel è la classica soluzione da fascia bassa. Il sensore è in grado di catturare qualche dettaglio con una buona illuminazione (anche qui abbiamo l’HDR), restituendo scatti che potrebbero essere utilizzati per i social. Tutti i limiti vengono a galla con luce artificiale o inadeguata: le immagini si fanno pastose, i colori spenti ed è da escludere qualsiasi utilizzo che vado oltre la foto goliardica da inviare tramite chat.

Connettività e qualità audio

Il Nokia 2 presenta due slot SIM LTE Cat.4, ubicati sotto la back cover removibile. Abbiamo anche un terzo slot per la microSD: in questo modo sarà possibile usare due SIM e la scheda di memoria senza dover rinunciare a nulla. Per il lato connettività, l’audio in chiamata è accettabile e la ricezione nella media.

Completano il quadro il Wi-Fi 802.11 b/g/n e il Bluetooth 4.2, entrambi stabili ed efficienti. Nessun problema riscontrato nemmeno con la navigazione satellitare con GPS / A-GPS / GLONASS / BDS. Per un’esperienza “completa”, abbiamo anche la Radio FM.

La qualità dello speaker non è delle migliori: il volume non è molto alto e il suono si presenta leggermente distorto e gracchiante. Inoltre, il posizionamento sul retro del device (in basso destra) è una scelta infelice. Buono l’audio in cuffia.

Software

Il sistema operativo del Nokia 2 è Android 7.1.1 Nougat nella classica configurazione Android pure del produttore. Il software è quasi completamente stock, salvo delle minuscole personalizzazioni come le icone e l’introduzione di alcune gestures per rispondere alla chiamate. Come già accennato, nonostante la presenza di Nougat stock le prestazioni non sono delle migliori. Complice un chipset datato e solo 1 GB di RAM, il software non è assolutamente capace di esprimere il suo potenziale. Lag e impuntamenti la fanno da padroni assoluti; disattivando qualsiasi animazione (tramite le Opzioni sviluppatore) non si percepisce alcun cambiamento.

Un’altro difetto da segnalare: alcune app hanno la tendenza anomala a chiudersi mentre sono in background; è il caso di Spotify, che ha smesso di funzionare varie volte a display spento, dopo circa una decina di minuti di riproduzione. Fortunatamente si tratta di casi non troppo frequenti anche se non è chiaro il motivo. Per quanto riguarda le funzionalità, trattandosi di un device entry level (e oltretutto con un OS stock), il produttore ha pensato – male – di non introdurre nulla di “diverso”.

Autonomia

La batteria a bordo dello smartphone è un’unità da 4100 mAh. Nonostante le dimensioni capienti, non abbiamo rilevato una performance esageratamente conveniente. Il Nokia 2 si attesta sulle 5 ore di display acceso e con un uso più o meno intenso è in grado di arrivare più che degnamente a fine giornata. Ci saremmo aspettati qualcosina in più, ma tutto sommato svolge il suo lavoro e tanto basta. Bocciati, invece, i tempi di ricarica: da 0 al 100% in circa 4 ore e 30 minuti ci sembra davvero eccessivo!

Prezzo e conclusioni

Il Nokia 2 è uno smartphone pieno di difetti, forse troppi. L’estetica (per la parte frontale) lascia a desiderare, con un design anacronistico che ricorda quello di device ben più datati. Assente qualsiasi ottimizzazione delle cornici, niente LED di notifica e nessun lettore d’impronte. Per circa 100 euro potrebbe andare bene, se non fosse che ci sono ben altre soluzioni più o meno sulla stessa fascia di prezzo.

Il comparto fotografico è da bocciare e la user experience – come abbiamo visto – è inficiata da prestazioni per nulla all’altezza. Parlando a titolo puramente soggettivo, sono un amante della velocità. Adoro i sistemi scattanti, privi di lag e fulminei e amo quegli smartphone che riescono ad offrire un’esperienza degna di questo nome pur rimanendo su una fascia di prezzo “abbordabile”. Magari sacrificando cose che per altri sarebbero fondamentali, come la parte fotografica. Nel caso del Nokia 2, il device non fa nulla di tutto ciò; sembra sacrificare tutto a discapito di un qualcosa che non si manifesta mai.

Se siete alla ricerca di uno smartphone economico e senza pretese, potrete portarvi a casa il Nokia 2 per 104 euro su Amazon. Ma se potete/volete spendere qualche decina di euro in più il nostro consiglio è quello di puntare su altro.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.