Recensione Nokia 8 con Android 8.0 Oreo – Un Pixel 2 più economico?

Nokia,Nokia 8

Nokia 8

Nokia 8 è l’attuale top di gamma del produttore nel panorama mobile. Recentemente lo smartphone ha ricevuto l’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo che ha portato nuova linfa vitale nei circuiti del device. Riuscirà Nokia 8 ad ergersi come un Google Pixel 2 più economico? Scopriamo all’interno della nostra recensione.

Recensione Nokia 8 con Android 8.0 Oreo

Unboxing

Classica confezione di vendita degli smartphone del brand finlandese. Cartonato rigido molto colorato mentre sul retro è presente una carrellata delle specifiche tecniche più importanti. All’interno del colorato box di vendita troviamo:

  • Nokia 8;
  • cavo USB / USB Type-C;
  • caricatore da muro 12V 1.5A;
  • cuffie auricolari;
  • spilletta per la rimozione dello slot SIM.

Design e costruzione

Diciamocelo, i designer di Nokia non hanno avuto molta originalità nel progettare i propri smartphone. Il look è abbastanza similare fra i vari dispositivi ma non per questo deve essere un fattore negativo. Infatti potrebbe anche essere una scelta voluta nell’ottica di identificare molto facilmente gli smartphone del brand finlandese.

Il design comunque è piacevole e non vi sono aspetti negativi da segnalare. Non risulta avere linee di ultima tendenza ma non per questo può essere di certo criticato. La colorazione Copper è però d’impatto, lasciando immaginare di utilizzare un vero lingotto di alluminio.

La costruzione è ottima. Nokia non deve di certo prendere lezioni da nessuno su come costruire – e bene, aggiungerei – i propri smartphone. Anche i materiali sono decisamente buoni: il corpo di Nokia 8 derivato da un monoblocco in alluminio lucido. Non si tratta del telefono ideale per gli amanti della pulizia. La finitura della back-cover trattiene troppo le ditate, andando a rovinare l’estetica dello smartphone.

L’ergonomia è decisamente buona. Le dimensioni sono contenute in 151.5 x 73.7 x 7.9 mm. La smussatura della parte posteriore fa sì che si impugni senza alcun problema. Il peso è di 160 grammi ma ingannano tranquillamente l’utente grazie alla distribuzione omogenea su tutta la superficie.

Sul lato destro troviamo il tasto Power ed il bilanciere del volume, nella stessa colorazione e materiali dello smartphone. Sul lato sinistro, invece, è presente solamente lo slot SIM / microSD. Nella parte inferiore è posizionata la porta Type-C al centro, con il microfono e lo speaker ai lati. Non disperate, poiché l’ingresso mini-jack da 3.5 mm è presente nella parte superiore.

Proprio quest’ultimi due lati sono al centro dell’attenzione, perché sono interamente in policarbonato e dove sono alloggiate le antenne per la comunicazione. Intelligente la scelta si non utilizzare l’alluminio qui, poiché si tratta di parti notevolmente soggette ad urti e normale consumo.

recensione Nokia 8 Android 8.0 Oreo opinioni

Sul retro troviamo la dual camera, il flash LED dual tone, l’autofocus laser e la tanto amata – e attesa – scritta Zeiss che in passato è stata sempre sinonimo di qualità fotografica. Oltre al logo Nokia e al secondo microfono per la riduzione del rumore ambientale non è presente null’altro.

Sul fronte, oltre al display, troviamo la sensoristica classica, insieme alla capsula auricolare e alla camera frontale. Presente anche il sensore di sblocco integrato nel tasto home, oltre ai tasti soft touch indietro e multitasking.

Display

Il display di Nokia 8 è un’unità IPS da 5.3 pollici con risoluzione Quad HD 2.560 x 1.440 pixel e 554 PPI di densità. Il fattore che stupisce piacevolmente è che nonostante non si tratti di un pannello AMOLED i colori sono davvero ben definiti. Forse un filo tendenti all’azzurro se vogliamo essere pignoli ma difficilmente lo noterete. La densità è decisamente buona e sfido a vedere i pixel ad occhio nudo.

recensione Nokia 8 Android 8.0 Oreo opinioni

Non è presente un software per la calibrazione dei colori – ma come detto è già valida così – ma troviamo il filtro luce blu. In questo modo di sera eviteremo di affaticare gli occhi utilizzando lo smartphone.

Anche all’aperto, con luce diretta sul display, riusciamo a leggere discretamente bene. Il sensore di luminosità lavora bene e non abbiamo criticità da segnalare. Nota decisamente positiva riguarda il trattamento oleofobico, che trattiene davvero pochissime impronte.

Hardware e prestazioni

Abbiamo una scheda tecnica da top di gamma su Nokia 8. Sotto la scocca batte un cuore Qualcomm Snapdragon 835. Si tratta di una soluzione decisamente molto apprezzata con un processo produttivo a 10 nm, architettura semi-custom Kryo 280, octa-core da 2.45 GHz di frequenza massima.

Non possono mancare la GPU Adreno 540 da 710 MHz di frequenza massima, 4 GB di RAM LPDDR4x-1866 dual channel e 64 GB di memoria interna UFS 2.1. Presente lo slot microSD per espandere la memoria fino ad ulteriori 256 GB.

Dopo aver infiocchettato tutto con tanti dati tecnici, di sostanza ne abbiamo? L’arrivo di Android 8.0 Oreo ha fatto sì di portare con se le nuove API Java 8.0 che hanno reso decisamente più reattivo e rapido l’avvio delle app e delle varie operazioni. Nonostante ciò un pizzico di ottimizzazione in più non sarebbe guastata.

Sia chiaro, lo smartphone è reattivo, rapido e non mostra il fianco facilmente. In alcuni casi, però, si nota una certa lentezza anche solo nello sbloccare lo smartphone. Essendo un top di gamma la cosa da un po’ fastidio, ad onor del vero. Comunque le prestazioni, a costo di essere ripetitivo, sono buone. Non abbiamo problemi in multitasking e a gestire app più pesanti. Anche con i giochi si comporta bene e non vi sono lag o bug da segnalare.

Decisamente adeguate le temperature d’esercizio. Dopo sessioni prolungate di utilizzo, Nokia 8 si è rivelato essere appena tiepido nella parte posteriore, poco sotto la fotocamera. Con un utilizzo più blando lo smartphone rimane sempre freddo.

Software

“Non abbiamo niente di meglio che la UI stock di Android”. Sono state queste le parole di un rappresentante di Nokia alla domanda sulla carenza di personalizzazione software. Il che risulta vero. Android 8.0 Oreo, così come Google lo ha fatto, rende decisamente più apprezzabile lo smartphone. Gli utenti più smanettoni possono andare a personalizzare, ad esempio, la Home con il launcher più gradito, in modo tale da non rinunciare a nulla.

Proprio la homescreen è uno degli aspetti che meno mi ha convinto, in quanto la reattività non è delle migliori. Con molta probabilità Launcher3 inizia a non essere più prestante come era un tempo. Sostituendolo con una qualsiasi home – ad esempio Pixel Launcher 2 – vediamo che il telefono sembra rinascere. Non ci sono particolari impostazioni da segnalare, con Android 8.0 Oreo che tende ad accorpare un po’ tutti i menù e le varie funzionalità. Non si notano particolari impuntamenti e lag nell’utilizzo anche di siti ricchi di dati.

Fotocamera

È decisamente brutto vedere il brand Zeiss e un top di gamma Nokia non avere una qualità fotografica al top. Lo smartphone è dotato di una dual camera posteriore da 13 +13 mega-pixel con sensori RGB e B&W. Abbiamo poi pixel da 1.12um, apertura f/2.0, autofocus PDAF, rilevatore di distanza IR e flash LED dual tone.

Tutti questi dati tecnici non si traducono in una qualità fotografica da primo della classe. In ottime condizioni di luce le foto non hanno nulla da invidiare anche a quelle di altri top di gamma. Il dettaglio è buono e la quantità di luce catturata è decisamente buona.

Di notte però la situazione cambia decisamente tanto. Quello che viene meno, però, non sono i dettagli o la quantità di luce catturata ma proprio la calibrazione dei colori. Basterà fotografare un prato o un paesaggio naturale per rendersi conto di questo problema. Purtroppo anche quando le condizioni di luce sono avverse i colori vengono un po’ ripresi alla meno peggio.

Le macro sono abbastanza buone. Bisognerà, però, avere una buona mano ferma nonostante sia presente un autofocus laser che dovrebbe rendere più facile e più immediata la messa a fuoco. Specialmente di notte è capitato in alcune occasioni di avere una foto non messa a fuoco.

L’interfaccia della fotocamera è personalizzata da Nokia con l’introduzione di alcune funzionalità. Sarà possibile andare a scattare foto con tutte le fotocamere in contemporanea, ottenendo scatti decisamente simpatici. In più sarà possibile passare alla modalità bokeh per effettuare foto con soggetto messo a fuoco, a differenza dello sfondo. Sarà possibile andare a gestire l’intensità del fuoco ma l’esito finale sembra essere sempre un po’ troppo artefatto.

La camera frontale da 13 mega-pixel con apertura f/2.0 ed è leggermente grandangolare (78.4°). La qualità è buona e senza problemi da segnalare. I video arrivano fino alla risoluzione 4K a 30 fps. Sarà possibile registrare, però, anche slow-motion e time lapse.

Parte telefonica

Anche in questo comparto Nokia non deve apprendere da nessuno. La prova dell’ufficio viene tranquillamente superata senza alcun problema portandosi sopra la media degli smartphone. La qualità audio in capsula è buona ed anche l’interlocutore sentirà bene e senza problemi. Connettività completa con Wi-Fi ac Dual Band MiMo, Bluetooth 5.0, GPS / A-GPS / GLONASS / BeiDou, NFC, ANT+ ed LTE Cat.9.

Audio

Lo speaker è posizionato nella parte inferiore del device e la qualità audio è più che godibile. Grande attenzione alla registrazione dell’audio con ben tre microfoni e il supporto alla tecnologia OZO che garantisce una cattura dell’audio professionale. Certo, un doppio speaker sarebbe stato sicuramente gradito, ma la qualità dell’audio è comunque adeguata.

Autonomia

Non siamo davanti ad un battery phone ma comunque l’autonomia non è un difetto. I 3090 mAh permettono di arrivare a fine giornata con circa 4.30 ore di schermo attivo ed un 20% di autonomia residua. La giornata stress viene tranquillamente superata e non si avranno patemi d’animo per batteria scarica. Utilizzando la connessione dati, il Bluetooth e il GPS sempre attivi la scarica è comunque lineare mentre in stand-by davvero molto esigua.

Recensione Nokia 8 – Conclusioni e prezzo

Sarà riuscito Nokia 8 con l’aggiornamento ad Android 8.0 Oreo a risultare un Google Pixel 2 economico? Nulla da dire su costruzione, qualità audio, autonomia e display ma già sulle prestazioni iniziamo a avere delle criticità. Non abbiamo impuntamenti o bug ma comunque, essendo un top di gamma, certe macchinosità sporadiche non sono accettabili. La qualità fotografica che un tempo solo Nokia poteva mancare non è più presente sul dispositivo.

La presenza di Android 8.0 Oreo lascia comunque ben sperare nel supporto futuro ed è garantito anche l’aggiornamento alla prossima release software. Con le successive versioni software potranno essere tranquillamente limati tutti i vari piccoli difetti ancora presenti per rendere al top il dispositivo.

Il prezzo ad oggi è di circa 500 euro su Amazon e se non si fa della qualità fotografica un must sul proprio smartphone, Nokia 8, specialmente in colorazione Copper, può essere decisamente interessante.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.