LG Q8

Recensione LG Q8: ok, il prezzo è giusto!

Dopo il V10 ed il V20, finalmente LG porta in Italia per la prima volta un modello della serie V, ma lo fa utilizzando un nome diverso: LG Q8. In realtà, seppur sia molto simile al V20, questo smartphone è lo stesso LG V34 lanciato poco prima in Giappone.

Ma procediamo con calma ed andiamo ad analizzare a fondo questo smartphone all’interno della nostra recensione!

Recensione LG Q8!

Unboxing

All’interno della confezione di vendita dell’LG Q8 troviamo la seguente dotazione:

  • LG Q8;
  • alimentatore da parete con presa europea e uscita a 9V 1.8A o 5V 1.8A;
  • cavo dati USB – USB Type-C;
  • auricolari in-ear;
  • spillino per lo slot SIM;
  • manuale per le istruzioni.

Design e costruzione

Come detto precedentemente, a prima vista l’LG Q8 può risultare molto simile al V20, in realtà ci sono alcune differenze che andremo ad analizzare insieme.

Lo smartphone è abbastanza compatto, seppur non abbiamo un’ottimizzazione estrema delle cornici e dei bordi rispetto alle tendenze attuali. Tuttavia, ci troviamo difronte ad un dispositivo con un design alternativo che mi ha convinto molto. La scocca è realizzata in alluminio satinato, mentre le estremità sono in plastica, le quali integrano le bande per garantire una miglior ricezione. In generale, la costruzione è solida ed abbiamo anche una certificazione IP67, la quale garantisce resistenza ad acqua (massimo 30 minuti fino a 1 metro di profondità) e polvere.

LG Q8

Posteriormente troviamo la doppia fotocamera sporgente, affiancata dal dual flash LED, autofocus laser, sensore di spettro cromatico, oltre che dal tasto power che integra il lettore d’impronte digitali.

LG Q8

Sul lato sinistro è presente il bilanciere del volume, mente dalla parte opposta è presente lo slot SIM (singola SIM + microSD).

Sul profilo inferiore troviamo l’ingresso USB Type-C, il microfono principale, l’ingresso mini-jack e lo speaker di sistema, a differenza del profilo superiore dove alloggiano il microfono per la riduzione dei rumori ambientali ed il sensore infrarossi.

Frontalmente è possibile notare la capsula auricolare, la fotocamera frontale, il display secondario interattivo assieme al display da 5.2 pollici di diagonale.

LG Q8

Infine, l’LG Q8 ha le dimensioni di 148.9 x 71.9 x 7.9 mm per un peso di 146 grammi.

Display

Lo smartphone è dotato di un display IPS da 5.2 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD (2560 x 1440 pixels) con densità di 570 PPI, 500 nits e protezione Corning Gorilla Glass 4. Inoltre, è presente anche un “Assistant screen” interattivo always-on da 1.2 pollici (1040 x 160 pixels).

La qualità del pannello è ottima, con dei colori molto fedeli, un’ottima luminosità massima e minima ed una definizione che ci permette di godere appieno dei contenuti multimediali e videoludici.

Purtroppo non è presente alcuna opzione per la taratura dei colori all’interno delle impostazioni, infatti, probabilmente è una delle pochissime mancanze software dell’interfaccia di LG.

Il display secondario, invece, è always-on e l’ho trovato decisamente utile. Infatti, oltre l’orario, la data e la batteria, potremo vedere quali notifiche abbiamo ricevuto ed attivare delle funzioni tramite delle shortcut.

Evitando di risvegliare il display di continuo riusciremo anche a risparmiare la batteria ed avere un’autonomia maggiore.

Hardware e performance

L’LG Q8 è mosso da un processore Qualcomm Snapdragon 820, comprensivo di una GPU Adreno 530, 4 GB di memoria RAM LPDDR4 e 32 GB di memoria interna, espandibile tramite microSD fino a 2 TB.

La configurazione non è certo delle più moderne, ma è comunque quella di un top di gamma di qualche mese fa. Quindi, non abbiamo alcun tipo di problema durante l’utilizzo quotidiano; il dispositivo è fluido, reattivo e senza rallentamenti generali.

La GPU svolge a dovere il suo lavoro ed anche i titoli più pesanti riescono ad essere riprodotti senza lag o cali di FPS.

Di seguito i benchmark eseguiti sull’LG Q8:

Qualità foto / video

Personalmente credo che tra tutte le doppie fotocamere presenti sugli smartphone attuali, quella con la funzione più originale e divertente sia quella grandangolare di LG.

Infatti, posteriormente il Q8 è dotato di una doppia fotocamera con il primo sensore da 16 mega-pixel con apertura f/1.6, angolo di visione da 75°, stabilizzatore ottico, messa a fuoco laser e PDAF ed il secondo sensore da 8 mega-pixel con apertura f/2.4 e wide-angle da 135°. Inoltre, è presente anche il dual flash LED.

In questo caso, è importante differenziare i risultati. Infatti, con il sensore “standard” gli scatti sono molto buoni sia in condizioni di luce favorevole che non (questo grazie anche all’apertura f/1.6). Le foto sono dettagliate e con dei colori rappresentati fedelmente. La modalità HDR restituisce un ottimo effetto, senza essere troppo invasivo.
Per quanto riguarda la lente grandangolare, invece, le foto sono buone in condizioni di buona luminosità e discrete con il calar del sole. In questo caso il rumore digitale si fa più evidente. Tuttavia, devo ammettere che avere questo tipo di fotocamera su uno smartphone, rende il dispositivo sicuramente molto più interessante e perfetto da portare con sé in vacanza.

Frontalmente abbiamo un sensore da 5 mega-pixel con apertura f/1.9 e lente grandangolare da 120°.

In linea generale gli scatti sono discreti anche se con poca luce dovremo avere la mano molto ferma per non far venir mossa la fotografia. Non siamo ai livelli dei top di gamma attuali, ma riusciamo ad ottenere belle foto per la condivisione sui social.

I video possono essere registrati fino ad una risoluzione massima di 4K a 30 fps ed è possibile switchare tra le due fotocamere durante la registrazione. La qualità generale è molto buona, così come la stabilizzazione e l’autofocus.

L’interfaccia è veramente molto completa e ci permette di andare a settare manualmente moltissimi parametri proprio come su una macchina professionale.

Audio

L’audio in uscita dallo speaker inferiore non è molto alto e con qualità sufficiente. La situazione migliora decisamente con delle buone cuffie grazie alla presenza di un DAC HiFi a 32-bit ESS9218, il quale riproduce fedelmente tutte le frequenze.

Tramite le impostazioni possiamo andare a gestire l’equalizzazione o selezionare dei preset con parametri già definiti.

L’audio in capsula auricolare è buono così come il microfono principale.

Connettività

L’LG Q8 presenta il supporto ad una singola SIM (più precisamente una nano SIM) con connettività LTE Cat.6. La ricezione è molto buona e non ho riscontrato alcun tipo di problema durante la navigazione web o in conversazione.

Troviamo, inoltre, il Wi-Fi ac Dual Band, così come il Bluetooth 4.2 e il GPS / A-GPS / GLONASS, con un fix preciso del segnale. Presente, poi, NFC, la Radio FM ed il sensore infrarossi per una connettività veramente completa.

Il sensore d’impronte digitali integrato nel tasto power è molto preciso e reattivo con una percentuale di sblocco del 100%.

Software

A bordo dell’LG Q8 troviamo Android 7.0 Nougat personalizzato con interfaccia proprietaria LG UX. Come abbiamo avuto già modo di vedere nei mesi scorsi, il software della casa coreana è molto completo, con una grafica ben curata e molte personalizzazioni tra cui i temi ed il cambio di font.

Troviamo anche diverse applicazioni della suite di LG già installate ed ho trovato l’app per il Fitness decisamente comoda, così come quella del telecomando.

Insomma, nulla da criticare sotto questo aspetto, lo smartphone è sempre fluido e non sono presenti alcun tipo di lag. L’unico aspetto che mi ha fatto storcere un po’ il naso è l’assenza di un menu dedicato alla taratura dei colori del display.

Autonomia

Sotto la scocca dell’LG Q8 troviamo una batteria da 3000 mAh ora che riesce a garantire un’autonomia nella media. Utilizzando lo smartphone intensamente sono riuscito ad ottenere circa 3h15 di schermo attivo, mentre con un uso più blando sono arrivato a circa 4h45. In linea generale la media sia attesta attorno alle 4 ore di SoT e ci servirà una ricarica appena prima di cena per uscire con gli amici in tutta tranquillità.

Un ottimo punto a favore è la compatibilità con la ricarica rapida, la quale è decisamente valida e riesce a caricare lo smartphone in circa 1h40.

LG Q8: conclusioni

LG Q8 è stato lanciato in esclusiva con Amazon al prezzo di listino di 599 euro, un po’ troppi forse ma, fortunatamente, è già diverso tempo che il prezzo si è stabilizzato sui 399 euro, una cifra sicuramente più allettante.

Infatti, nonostante sia arrivato un po’ in ritardo, ora rappresenta un’ottima soluzione mid-range per chi cerca un dispositivo che punti molto sulla multimedialità senza dover spendere necessariamente quanto un top di gamma e, soprattutto, con l’ottima garanzia di Amazon!

La fotocamera grandangolare è molto divertente, l’audio in cuffia è decisamente buono ed ho trovato molto comodo il second display, tanto da sentirne la mancanza sul mio daily driver.

Possiamo dire che l’unica nota sotto tono riguardi l’autonomia, la quale raggiunge la sufficienza, ma non riesce a stupire.

Tirando le somme, l’LG Q8 è un ottimo medio di gamma e, a questo prezzo, non possiamo che consigliarvelo.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Iscriviti al nostro canale YouTube per non perdere alcuna recensione, anteprima o focus!
CLICCA QUI
PS: Non dimenticare di cliccare sulla campanellina per ricevere una notifica ad ogni upload! LG Q8
Altre news
qualcomm snapdragon 865
Snapdragon 865 e 765 ufficiali: tutte le novità di Qualcomm