Quando si parla di smartphone, uno degli aspetti più importanti al giorno d’oggi sono i tempi di ricarica. Visto che le batterie non sono ancora in grado di accompagnarci per più di un giorno o due, se si è fortunati, avere uno standard di ricarica rapida è quasi fondamentale. E fra i vari brand presenti sul mercato ce ne sono vari, a partire dal Dash Charge presente a bordo di OnePlus 5. Questa tecnologia, ereditata dalla VOOC di OPPO, è una delle più rapide. Ma essendo stata lanciata un anno fa con OnePlus 3 e mai rinnovata è ancora la più performante oppure è stata sorpassata? Scopriamolo più nel dettaglio.

OnePlus 5 e Dash Charge: è sempre il più veloce nella ricarica?

Grazie al portale asiatico Chongdiantou possiamo vedere alcuni grafici relativi ai vari standard di ricarica rapida. Inoltre, integrando i dati raccolti nei mesi, possiamo stilare una classifica in merito. Innanzitutto specifichiamo i dati tecnici, prendendo come riferimento alcuni degli smartphone con tali standard. Specifichiamo che, allo stato attuale, il Quick Charge 4.0 di Qualcomm non è stato ancora adottato da nessun dispositivo, perciò non ne terremo di conto per il momento.

Considerando i grafici soprastanti, il Dash Charge è ancora uno dei migliori standard in quanto a velocità. Tuttavia, c’è un outsider che ha recentemente debuttato e che scalza OnePlus 5, ovvero Meizu PRO 7 Plus. Grazie alla nuova mCharge 4.0, infatti, lo smartphone riesce a ricaricarsi in 60 minuti di circa il 96%, mente OP5 si ferma a “solo” il 92%, così come OPPO R11 con la equivalente VOOC.

Subito dopo vengono il Quick Charge 3.0, presente a bordo di vari flagship tra cui Nubia Z17, e la SuperCharge di Huawei. Non si comporta male nemmeno l’Adaptive Fast Charge di Samsung, mentre rimangono un passo indietro i rispettivi standard di Motorola, MediaTek ed infine Apple.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.