AccessoriAndroidComputerCuffieIFA 2017NewsWindows

IFA 2017: tutte le novità dallo stand Acer

Acer Predator Orion 9000

Una mattinata ricca di novità per Acer, che oggi in occasione di IFA 2017 ha presentato due nuove videocamere a 360 gradi, ha aggiornato la sua lineup di computer (con i nuovi portatili Swift 5 e Spin 5, il 2 in 1 Switch 7 Black Edition, il Chromebook 15 e l’all-in-one Aspire S 24), di proiettori e la nuova gamma Predator dedicata al gaming. Ecco nel dettaglio tutti i nuovi prodotti appena annunciati dal colosso taiwanese nella capitale tedesca!

IFA 2017: tutte le novità dallo stand Acer

Acer Predator Orion 9000

La nuova gamma Acer Predator

Iniziamo subito dai “pezzi pregiati” della presentazione odierna, i nuovi dispositivi della serie Predator pensati per i gamer più esigenti.

Predator Orion 9000

Il nuovo Acer Predator Orion 9000 si prepara a supportare la risoluzione 8K con un comparto hardware di prima classe, che può contare su un processore Intel Core i9 con 18 core fisici (36 logici), fino a 128 GB di memoria DDR4 Quad Channel e un comparto grafico che nella sua incarnazione più prestante prevede quattro schede AMD Radeon RX Vega 64 o due Nvidia GeForce GTX 1080 Ti SLI. Sul fronte dello storage, oltre agli immancabili slot SATA, il nuovo Orion 9000 prevede inoltre due porte M.2 NVMe che supportano complessivamente un totale di 1 TB di velocissima memoria SSD.

Il raffreddamento di tutti i componenti è garantito dal sistema IceTunnel 2.0 che, grazie alle 5 ventole da 120 mm e all’utilizzo di raffreddamento a liquido, permette di mantenere sotto controllo le temperature in ogni zona del case. Design aggressivo (con ampio uso di LED), qualità costruttiva e sistema di raffreddamento influiscono naturalmente sul peso che, per il solo chassis, supera la soglia dei 15 Kg.

Predator X35 e accessori

Compagno naturale di Orion 9000 è Acer Predator X35, monitor da gaming in formato 21:9 da 35 pollici con risoluzione WQHD (3440 x 1440). Basato su tecnologia Quantum Dot e compatibile con Nvidia G-Sync e Acer HDR Ultra, questo display copre il 90% dello standard DCI-P3 e promette gamma dinamica e contrasto da primato grazie ad una gestione dell’illuminazione che prevede 512 zone indipendenti. Non mancano le tipiche tecnologie di miglioramento dell’immagine come Acer BlueLightShield e Dark Boost, insieme alla disponibilità di 8 diversi preset. Tempo di risposta di 4 ms, visione angolare massima di 178 gradi e refresh rate da 200 Hz completano la dotazione tecnica di questo interessante pannello.

Sul fronte degli accessori Acer ha invece presentato Predator Galea 500Predator Cestus 500. Le prime sono cuffie gaming -offerte ad un listino di 299.99 Euro– con tre set di equalizzazione e tecnologia Acer TrueHarmonyTM 3D Soundscape per migliorare la spazialità del suono, mentre il secondo è un mouse da gioco con 5 profili e 8 tasti programmabili per un prezzo di 89.99 EuroPredator Cestus 500 e Predator Galea 500

Portatili, convertibili e All-in-one

Swift 5 e Spin 5

Durante la conferenza di lancio non potevano mancare all’appello dei portatili pensati per i consumatori più attenti al design e l’utenza business. Swift 5 è un notebook ultrasottile che, grazie al peso contenuto in meno di 1 Kg, punta prepotentemente su portabilità e prestazioni per distinguersi dal resto del mercato. I pesi in particolare sono stati ottimizzati grazie all’utilizzo di leghe leggere (lega di litio e magnesio per la scocca e lega di alluminio e magnesio per l’area dei poggia-polsi) mentre la potenza computazionale è garantita dall’utilizzo di processori Intel Core di ottava generazione.

Le caratteristiche premium del prodotto si manifestano poi anche nella presenza di una tastiera retroilluminata e di un pannello IPS FullHD multi-touch, mentre l’antenna wireless 2×2 802.11ac dovrebbe garantire una connessione alle reti Wi-Fi stabile e veloce. Il dispositivo sarà disponibile da dicembre sul mercato italiano a partire da 1199 Euro.

Leggermente più economico e meno leggero sia nella versione da 13 pollici che in quella da 15 pollici è invece il nuovo Spin 5. Ancora una volta basato su processore Intel Core di ottava generazione e dotato di pannello FullHD, il device può contare su un massimo di 16 GB di memoria DDR4 e, solo nella versione da 15 pollici, sulla disponibilità di una scheda grafica dedicata Nvidia Geforce GTX 1050.

Entrambe le versioni di Spin 5 sono convertibili (utilizzo nella modalità laptop, tablet,
display o tenda) e possono contare sul supporto alla tecnologia Acer Active Stylus, la penna ideata per permettere precisione e controllo nell’utilizzo di Windows Ink. Le due incarnazioni saranno disponibili sul mercato a partire da dicembre ad un listino che parte da 999 Euro per la versione da 13 pollici e 1.5 Kg di peso e 1099 Euro per quella da 15 pollici e 2 Kg.

Switch 7 Black Edition

Molto interessante è invece il nuovo Switch 7 Black Edition, secondo l’azienda il primo 2-in-1 fanless con scheda grafica discreta mai arrivato sul mercato. Il potente comparto hardware di questo modello, basato su un processore Intel Core i7 di ottava generazione e su una scheda grafica NVIDIA GeForce MX150, è raffreddato grazie al sistema proprietario Dual LiquidLoop che dovrebbe garantire il corretto funzionamento dei componenti senza influire eccessivamente sul peso del dispositivo, fermo a 1.5 Kg in modalità tablet senza tastiera.

Il device può contare su un pannello IPS da 13.5 pollici con risoluzione di 2256×1504 pixel, compatibile con la tecnologia Wacom EMR che permette il riconoscimento di 4096 livelli di pressione e il controllo su angolazione, spessore e ombreggiatura del punto. Completano le caratteristiche del device un sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali e tecnologia AutoStand che consente la regolazione automatica del cavalletto. Il tutto sarà disponibile da dicembre a partire da 1999 Euro.

Chromebook 15

In contrapposizione ai tanti modelli Windows presentati questa mattina dal colosso taiwanese, il nuovo Chromebook 15 utilizza il sistema operativo Chrome OS di Google che, nonostante le specifiche poco entusiasmanti, dovrebbe garantire una buona fluidità al dispositivo. Pezzo forte della dotazione hardware è il pannello FullHD da 15.6 pollici di diagonale, mentre sotto la scocca troviamo un più modesto Intel Celeron Dual-core o un Pentium Quad-core, affiancato da 32GB o 64GB di spazio di archiviazione e 4GB o 8GB di RAM.

Il peso di questo nuovo Chromebook 15 si assesta sui 1.72 Kg (contenuti in 378 x 256 x 18.9 mm) e, nonostante un listino che parte da 499 Euro (disponibilità da ottobre), può contare su alcune feature “premium” quali la scocca in alluminio, la disponibilità di una versione con schermo touch o la presenza di una tastiera retroilluminata.

Acer Chromebook e Aspire S24

Acer Aspire S 24

Non poteva mancare un nuovo All-in-one nel catalogo del colosso taiwanese, incarnato quest’anno da Acer Aspire S 24. Dotato di un display IPS FullHD “senza bordi” (in realtà la cornice è d 2.7 mm) da 23.8 pollici, il computer può vantare uno spessore di appena 5.97 mm e un design pensato per integrarsi con eleganza nell’arredamento.

Accanto al prevedibile utilizzo degli ultimi processori Intel Core di ottava generazione e al comparto storage da 256 GB di SSD e 2 TB di HDD, il device è anche dotato di alcune funzionalità esclusive come la presenza di un sistema audio 2.1 (con subwoofer e tecnologia Dolby Atmos) e l’integrazione sulla base di una postazione di ricarica wireless con tecnologia Qi. Il tutto sarà disponibile da novembre a partire da 999 Euro.

I proiettori VL7860 e P8800

Presentato come “il più piccolo proiettore laser UHD in 4K al mondo”, il nuovo Acer VL7860 è un proiettore per Home Theater con risoluzione 3840×2160 pixel e tecnologia XPR di Texas Instruments. Sul cartellino delle specifiche tecniche troviamo una luminosità di 3000 ANSI lumen con un contrasto 1500000:1 (ottimizzato grazie alla tecnologia DynamicBlack che regola automaticamente la luminosità della sorgente luminosa) e zoom 1.6x per una diagonale massima consigliata di proiezione di 120 pollici.

La qualità dell’immagine è assicurata dalla certificazione ISFccc sul controllo della
calibrazione del bilanciamento dei colori, mentre la tecnologia HDR (High Dynamic Range) e il supporto alla gamma di colori al 110% dello standard Rec. 709 (compatibile con quello Rec. 2020) dovrebbe garantire una resa simile a quella del cinema.

Acer proiettori

Il “fratello maggiore” P8800 eredita gran parte delle feature del minore ma può contare su una maggiore luminosità che, toccando il valore di ben 5000 ANSI lumen, permette la proiezione su superfici più ampie e una maggiore visibilità in condizioni di elevata luminosità ambientale. Contrasto da 1200000:1, zoom motorizzato da 1.96x (con spostamento della lente in orizzontale e in verticale per l’allineamento dell’immagine) e Crestron Network System per la gestione del proiettore da LAN completano infine la lista delle caratteristiche tecniche di questo proiettore.

Acer Holo360 e Vision360

Se la maggior parte dei device annunciati oggi da Acer era largamente attesa e rientra nel solco della tradizione del colosso taiwanese, meno scontato era il lancio di due videocamere a 360 gradi. Il primo dei due modelli presentati, Holo360, è pensato per il mercato domestico ed è basato su piattaforma Qualcomm Snapdragon 625 con Android 7.1 Nougat. Grazie al sensore Sony IMX298 alle ottiche Panomorph certificate da ImmerVision questa videocamera può scattare, modificare e condividere sui social network foto a 360 gradi, che potranno in un secondo momento essere poi rivissute grazie ad un visore a realtà aumentata.

Il device può inoltre contare sulla presenza di un display da 3 pollici e 16 GB di memoria interna espandibile tramite microSD, su una batteria da 2000 mAh e sulla compatibilità con la connettività LTE. Il tutto in 139 grammi di peso per un prezzo di listino di 349 Euro (disponibilità a partire dal quarto trimestre 2017).

La seconda videocamera presentata oggi da Acer è invece Vision360, basata ancora una volta su piattaforma Qualcomm Snapdragon 625 con display da 2.4 pollici ma pensata esplicitamente per l’utilizzo in mobilità dentro le nostre auto. Al fine ludico di catturare i ricordi di un particolare viaggio in auto si aggiunge in questo caso la possibilità di sfruttare le due fotocamere del device per registrare ogni incidente che coinvolga la vostra auto che, per sicurezza, verrà copiato automaticamente sul cloud insieme alle coordinate GPS non appena i sensori riveleranno l’urto. Vision360 per funzionare in questa modalità deve essere fissata sul parabrezza all’altezza degli occhi del guidatore.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.