Secondo gli ultimi rumors proveniente dall’autorevole rivista francese CPCHardware, nota per i precedenti leaks, poi confermati, riguardanti Ryzen, sembra che il colosso Intel stia lavorando al massimo regime sui futuri processori Coffee Lake, attesi al debutto nell’ultimo trimestre dell’anno e con processo litografico a 14 nanometri, per lo meno per la variante desktop.

Le voci di corridoio parlano di diverse soluzioni hexa-core in arrivo, con interessanti novità per i consumatori, sia per il settore desktop, che quello mobile.

Core i3 7350K

Core i5 ed i7 hexa-core in tutte le salse!

Pare infatti che il futuro flagship Core i7 Coffee Lake 8700K sarà un processore hexa-core con tecnologia HyperThreading e base clock di 3.7GHz, il tutto con un TDP di 95 Watt.  Al seguito, troveremo l’i7 8700, sempre hexa-core ma con clock base di 3.2GHz e TDP di 65 Watt. L’altra notizia, forse più interessante, è che i futuri Core i5 Coffee Lake saranno sempre hexa-core ma con HyperThreading disabilitato, dunque un ipotetico 8600K sarà un processore a sei core con clock base atteso sui 3.6GHz e TDP di 95 Watt.  Al top di gamma della categoria i5 dovrebbero seguire numerosi SKU con clock inferiori ma sempre hexa-core, tra cui il 8400, atteso con TDP di 65 Watt e base clock di 2.8 GHz.

Core i3 quad-core ed hexa-core anche nel mobile

Non è al momento nota la fascia ad oggi coperta dagli i3, anche se dovremmo aspettarci soluzioni quad-core con o senza HyperThreading abilitato. Insomma, si prospetta un vero e proprio rimescolamento del mercato e delle varie categorie, visto che un odierno i7 potrebbe nei prossimi mesi essere considerato e diventare un semplice Core i3.

C’è anche un’altra notizia: i processori Coffee Lake manterranno quasi certamente il socket attuale LGA 1151, evitando dunque agli utenti di dover sostituire le proprie schede madri.

Infine, passando alle soluzioni mobile, pare che anche in questo ambito avremo alcuni SKU “HQ” top di gamma basati su soluzioni a sei core. Si rumoreggia infatti, di un modello hexa-core con clock sui 2GHz in 45 Watt di TDP, mentre in fascia ULV troveremo i primi quad-core con TDP da 15 e 28 Watt.

Insomma, entro fine anno è in arrivo un grande e nuovo scossone di mercato, merito sicuramente della svolta impartita da AMD, che ha certamente contribuito a smuovere le acque nel mondo CPU.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.