Giappone: droni per spedizioni nel 2020 e tir autonomi nel 2022

drone spedizioni

Il Giappone punta a finalizzare il proprio piano relativo al sistema di trasporti che verrà adottato dalla nazione nei prossimi anni. Nello specifico, si parla di droni per le spedizioni a partire dal 2020 e dei tir autonomi successivamente nel 2022, secondo quanto riportato da Reuters. Il governo nipponico ha anche programmato l’incentivazione nell’utilizzo dei sistemi di intelligenza artificiale in campi come la diagnosi di condizioni mediche, anche se, come prevedibile, il progetto è ancora lungi dall’essere concluso.

Secondo quanto affermato da una delle fonti: “Le priorità sono migliorare l’aspettativa di vita, rivoluzionare i trasporti, modernizzare le fabbriche, migliorare le infrastrutture ed utilizzare le tecnologie finanziarie”. Si starebbe anche ipotizzando di alleggerire le fiscalità e le regolamentazioni per permettere alle aziende del settore di sperimentare le tecnologie a riguardo.

Giappone: droni per spedizioni nel 2020 e tir autonomi nel 2022

Tornando al discorso legato ai trasporti, questa mossa sembrerebbe avere la priorità massima, viste le problematiche che il Giappone sta vivendo in merito. La forza lavoro si sta riducendo drasticamente e, conseguentemente, anche colossi come Yamato Holdings Co., i quali consegnano la metà dei pacchi nella nazione, ha annunciato tagli alle spedizioni e prezzi più salati.

Finora, nel caso dei droni utilizzati per le spedizioni, l’unica azienda che ha presentato dei progetti è Amazon. Tuttavia, un utilizzo su scala globale è allo stato attuale pressoché impossibile sotto tanti aspetti, in primis quello relativo alla sicurezza, sia del drone che degli altri velivoli nel cielo. Per quanto riguarda i tir autonomi, invece, è un altro pezzo grosso quello in gioco, ovvero Tesla. L’azienda californiana ha da poco svelato il suo progetto in merito, annunciando Semi, una motrice che sarà svelata ufficialmente a settembre ma che promette di ridurre drasticamente il prezzo del trasporto su gomma, ma soprattutto incrementare la sicurezza sulla strada. Insomma, non ci resta che aspettare i prossimi anni per scoprire quello che sarà il trasporto del futuro.

drone


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.