AndroidNewsSmartphoneTech

Nextbit è stata acquistata da Razer: nuovi prodotti tech in arrivo?

Nextbit logo

Nextbit, nota società che ha prodotto lo smartphone Robin basato sul cloud, ha rivelato nelle scorse ore di essere stata acquistata da Razer. Quest’ultima è una delle più famose aziende la quale offre sul mercato diversi prodotti da gaming, tra cui PC e tastiere.

L’azienda sostiene che l’acquisizione di Nextbit si è conclusa all’inizio di questo mese, anche se i dettagli finanziari non sono stati rivelati. Facendo parte di Razer, Nextbit opererà come un’unità indipendente, incentrata nell’offrire un’esperienza e un mobile design unici.

razer smartphone

Nextbit: Razer acquisisce l’azienda produttrice dello smartphone Robin

L’acquisizione ha senso perché, secondo Nextbit, Razer si è posta gli stessi obiettivi, cioè quello di spingersi sempre più avanti, proponendo prodotti all’avanguardia. Per chi è preoccupato del futuro dello smartphone Nextbit Robin, è opportuno precisare che pur se  ne sono state interrotte le vendite, lo smartphone continuerà ad essere supportato.

In particolare, la garanzia sul device verrà estesa per altri 6 mesi a partire dal 30 gennaio 2017, mentre gli aggiornamenti software, tra cui le patch di sicurezza, verranno estese fino a febbraio 2018. Tuttavia, il telefono non potrà essere acquistato attraverso i canali ufficiali.

Sfortunatamente, Razer e Nextbit non hanno precisato se hanno piani futuri per nuovi smartphone ma ciò non toglie il fatto che la società leader nel settore gaming non voglia investire tempo e denaro in nuovi smartphone, grazie anche ad una maggior disponibilità monetaria. Non vediamo l’ora di scoprire cosa ne verrà fuori da questa nuova fusione.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.