lg logo

LG: l’azienda pronta a svelare dei nuovi robot al CES 2017

LG ha dichiarato che questa settimana prevede di svelare diversi nuovi robot durante l’evento CES 2017 di Las Vegas, che si terrà dal 5 all’8 gennaio. In particolare, la manifestazione prenderà il via con due giornate dedicate alla stampa, martedì e mercoledì, prima che si apra al pubblico giovedì.

L’azienda sudcoreana sostiene che i robot e l’intelligenza artificiale saranno due delle tematiche principali del CES 2017. L’azienda prevede di svelare almeno tre nuovi robot all’evento di Las Vegas. Uno di questi, chiamato LG HOME-BOT, è stato concepito come un aspirapolvere automatizzato per la casa, probabilmente un dispositivo simile ai robot aspirapolvere realizzati dalla nota società Roomba.

LG logo

LG: nuovi robot in arrivo al CES 2017

LG sostiene anche che prevede di svelare un robot che potrà essere utilizzato anche come un gateway smart per la casa. A quanto sembra, quindi, si tratterebbe di un dispositivo dotato di caratteristiche simili all’Amazon Echo e al Google Home.

LG è da tempo impegnata nella robotica. Infatti, la società propone già da tempo sul mercato alcuni robot aspirapolvere smart e ha presentato l’LG Robot Ball durante il Mobile World Congress 2016. Quest’ultimo dispositivo propone una fotocamera che gli permette di sorvegliare la casa, interagire con gli animali domestici e fare tanto altro ancora.

LG, infine, ha riportato anche che presenterà una serie di robot da utilizzare in alberghi e aeroporti che aiuteranno a migliorare l’esperienza dei viaggiatori.

lg rolling bot

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


Altre news
Apple iPad Air 4 e iPad 2020 ufficiali: sono ancora i tablet da battere?