Gaming

Le migliori configurazioni PC da Gaming (fascia bassa) | Gennaio 2017

Abbiamo deciso di inaugurare il nuovo anno con una nuova serie di rubriche, dedicate ai migliori componenti e configurazione per realizzare ed assemblare il vostro PC desktop da Gaming e non solo.

Saranno tre gli appuntamenti mensili o bimestrali – a seconda delle novità o meno del mercato nel corso del mese -, una, ovvero la seguente, sarà dedicata alle soluzioni più economiche e di fascia medio-bassa, che partono da un minimo di 350€ fino ad un massimo di circa 600/650€. Vi saranno poi altre due rubriche, una dedicata alla fascia medio-alta (dai 700/750€ fino ai 1100/1200€) ed una dedicata alla fascia alta ed enthusiast (oltre i 1200/1300€).

Le migliori configurazioni PC da Gaming (fascia bassa) | Gennaio 2017

Cominciamo dunque facendo alcune premesse. Ci troviamo in un periodo di transizione, in cui stanno arrivando presso i principali distributori le nuove soluzione Intel Core di settima generazione della famiglia Kaby Lake, annunciate da Intel al CES 2017 di Las Vegas ad inizio anno. Inoltre, AMD sarebbe ormai in procinto di lanciare finalmente sul mercato, anche se gli ultimi rumors riportano per fine febbraio, i nuovi processori RyZen basati sull’architettura Zen, che potrebbero smuovere sensibilmente il mercato stagnante comandando dal monopolio di Intel in questi ultimi anni. Siamo dunque in un periodo un po’ movimentato, non proprio il momento migliore per assemblare il proprio PC, visto che con il ritorno di AMD potrebbe esserci una “lotta ai prezzi” fra i due produttori, con conseguenti vantaggi per noi consumatori.

AMD Zen

In attese delle ultime APU Bristol Ridge di AMD (già in listino su diversi store ma non ancora disponibili), ho deciso di saltare la fascia di prezzo prossima ai 350€, dove al momento troviamo il miglior compromesso con l’AMD A10 7850K, visto il prezzo ormai prossimo i 100€ e le buone prestazioni grafiche offerte dalla GPU integrata, in grado di garantire framerate accettabili a dettagli grafici medio-bassi su diversi titoli anche in FullHD. Tuttavia, visto il socket FM2+ ormai morto e le DDR3 ormai a fine ciclo vitale, vale la pena aspettare il prossimo mese per accaparrarsi le prime soluzioni AM4 con DDR4 e le nuove APU Bristol Ridge, caratterizzate anche da una nuova soluzione grafica integrata decisamente migliore.

Configurazione base 450€

La prima proposta prevede il nuovissimo processore Intel Pentium G4560 Kaby Lake, che a differenza della vecchia generazione vanta due core con Hyper Threading abilitato, rendendolo dunque una soluzione a quattro thread pericolosamente vicina e prestante quasi quanto un i3 6100, specie in gaming, visto anche il clock di 3.5 GHz. Come VGA troviamo l’AMD Rx 460 con 4GB GDDR5 (potete risparmiare 8€ mettendo la variante da 2GB), una scheda madre H110M di Asus ed un singolo banco da 8GB di memoria DDR4, in modo da poterne aggiungere un altro in futuro. Questa configurazione è la soluzione più economica che vi permetterà di giocare a tutti i titoli AAA più recenti ad un buon dettaglio grafico (medio o anche alto a seconda del titolo) in FullHD. Da segnalare inoltre la possibilità di upgrade futuri a tutti i processori di sesta e settima generazione.

Componenti:

TOTALE: ~450€ *Prezzi Amazon.it aggiornati al 20/01/2017

Configurazione entry-level 550€

In questa seconda configurazione ho inserito un Intel Core i3 6100 SkyLake a 3.7GHz, la recente Nvidia GTX 1050 Ti OC con 4GB GDDR5, una scheda madre B150M di Msi ed 8GB di memoria DDR4 2400MHz in dual-channel. Questa configurazione offre un ottimo equilibrio tra CPU e GPU, in modo tale da non avere colli di bottiglia. Vi permetterà di giocare a tutti i titoli AAA più recenti ad un dettaglio grafico Alto (su alcuni titoli meno recenti anche Ultra) e con un buon framerate in FullHD. Anche qui è possibile effettuare upgrade futuri a tutti i processori di sesta e settima generazione, in particolare i5 ed i7. L’alimentatore è sempre da 450 Watt, ma rispetto alla configurazione precedente abbiamo una soluzione ben più affidabile ed efficiente.

Componenti:

TOTALE: ~565€ *Prezzi Amazon.it aggiornati al 20/01/2017

Configurazione mid-level 650€

Siamo giunti alla terza ed ultima configurazione di questa prima rubrica, che ci porta all’apice del budget della selezione e ci traghetta all’inizio della fascia media dei gaming PC. Il salto di qualità lo fanno il processore, ovvero l’i5 6400 quad-core SkyLake, e la scheda video AMD Radeon Rx 470 4GB, un’accoppiata ben riuscita che vi permetterà di maxare praticamente quasi tutti gli ultimi titoli AAA in FullHD. Per il resto troviamo le medesime componenti della configurazione precedente e, come nelle altre due configurazioni, purtroppo non è possibile effettuare overclock alla CPU.

Componenti:

TOTALE: ~660€ *Prezzi Amazon.it aggiornati al 20/01/2017

Spicca subito la totale assenza dei processori AMD, complice il fatto che gli Fx6-8xxx si sono spesso rivelati inferiori alle controparti Intel in diversi giochi, specie quelli poco parallelizzati. Va inoltre detto che fino al mese scorso nella configurazione da 400-450 euro avrei optato per un Athlon x4 860K o 880K, ma il nuovo asso della manica di fascia bassa calato da Intel, ovvero il Pentium G4560 Kaby Lake Dual-Core con Hyper Threading abilitato, rischia davvero di cannibalizzare il mercato di fascia bassa, sia alle soluzioni entry-level AMD (Athlon x4, APU ed FX6300) ma anche ai processori Intel Core i3 di Intel stessa, visto che dalle prime recensioni emerse le prestazioni offerte dal nuovo Pentium sono molto simile a quelle di un i3 6100, specie in gaming ed in tutti quei task che non usano le istruzioni AVX2, disabilitate sui Pentium e Celeron. Per il resto ho deciso di escludere soluzioni come l’AMD 8320 e 8350, non tanto per la CPU in sé, che overcloccata può ancora dire la sua contro i3 e gli i5 entry-level, specie nelle intense attività di rendering e multitasking spinto; ma per la piattaforma AM3+ ormai morta, in vista del nuovo socket AM4.

Per questa rubrica è tutto, che ne pensate? Lasciateci un commento.

Altre news
Urbanista Los Angeles: le cuffie ad energia solare che vi faranno dimenticare il caricabatterie