vodafone tim 5g

Reti 5G: accordo fra UE ed operatori per i lavori sulla banda 700 MHz

Il futuro 2020 si contraddistinguerà per il debutto a livello commerciale delle reti 5G, il cui esordio è atteso per i prossimi Mondiali 2018 in Russia.

Per far sì che gli operatori telefonici possano già adesso iniziare a lavorare in questa direzione, l’Unione Europea ha da poco raggiunto un accordo iniziale per l’utilizzo della banda a 700 MHz.

unione europea

Reti 5G: accordo fra UE ed operatori per i lavori sulla banda 700 MHz

Allo stato attuale la banda a 700 MHz è utilizzata dagli enti televisivi per le proprie trasmissioni, oltre che dai microfoni wireless. Così come la banda 20, la caratteristica principale di questa frequenza è rappresentata dalla capacità di penetrazione di ostacoli (edifici e simili) ed una copertura più ampia rispetto alle bande ad alta frequenza.

Questa mossa nasce dalla necessità sempre più impellente di ampliare il traffico internet, visto che nei prossimi anni si prospetta un aumento della banda utilizzata di quasi 8 volte rispetto ad oggi, fra smartphone, wearables ed Internet of Things.

Chiaramente stiamo parlando di un accordo preliminare e che necessiterà dell’approvazione dei vari stati membri, in quanto a seguito di ciò sarà necessaria una riassegnazione dello spettro di frequenze, in modo tale che non vi siano interferenze fra i vari usufruitori.

Continua a leggere:
Huawei e DoCoMo, test su rete 5G completati con successo
MediaTek: chip compatibili con le reti 5G entro il 2018

 

Connessione 5G

Altre news
Google Pixel 5 ufficiale, e non solo: ecco Nest Audio, la nuova Chromecast e tanto altro