dronegun drone droni

Come annientare un drone in pochi secondi? Ci pensa DroneGun!

Con il proliferare dei droni in commercio, in tutto il mondo il loro utilizzo è diventato sempre più ampio e variegato, anche per scopi negativi come l’impiego in zone sotto guerra.

Ecco quindi che DroneShield, azienda australiana e leader mondiale nella protezione contro UAV, produce DroneGun, ovvero la prima arma ad hoc per la disattivazione di droni a distanza.

dronegun drone droni

Come annientare un drone in pochi secondi? Ci pensa DroneGun!

Come sappiamo, infatti, uno dei principali vantaggi nell’utilizzare un drone è la possibilità di effettuare riprese senza dare eccessivamente nell’occhio, a scapito della privacy o della sicurezza.

DroneGun si pone quindi come soluzione a queste problematiche: anziché sparare all’UAV, rischiando di mancarlo o di farlo precipitare senza controllo (con eventuali rischi a cose e persone), l’arma va ad interferire con i sistemi di controllo del drone, facendolo atterrare verticalmente o tornare al punto di partenza.

Il fucile pesa circa 6 kg, l’autonomia si attesta sulle 2 ore e possiede un range operativo di 2 km, grazie alla connettività Dual Band 2.4/5.8 GHz e GPS/GLONASS.

C’è da specificare stiamo parlando di un’arma per utilizzo militare e che non sarà commercializzata, visto anche che in alcuni paesi, come appunto l’Australia, è proibito usare sistemi di interferenza di questo genere.

Altre news
SAMSUNG GALAXY NOTE 20: MIGLIORI COVER, PELLICOLE ED ACCESSORI