IFA 2016NewsTech

IFA 2016: Parrot Pot, l’hands-on di GizBlog del vaso smart

Parrot Pot

Oltre ai nuovi minidroni, Parrot ha presentato all’IFA 2016 di Berlino un vaso intelligente denominato Parrot Pot. Nell’articolo è possibile dare un’occhiata al nostro hands-on del nuovo dispositivo proposto.

Il Pot è un vaso smart che innaffia automaticamente le piante. Allo stesso tempo, il Pot misura e analizza i parametri essenziali per la crescita delle stesse. Il dispositivo è in grado di prendersi cura della propria pianta sotto qualunque aspetto, innaffiando automaticamente le piante quando è necessario, autoregolando il consumo di acqua quando non si è a casa e offrendo consigli circa la cura della pianta.

Parrot Pot

Parrot Pot: l’azienda presenta un vaso smart davvero utile

Il Parrot Pot può collegarsi con il proprio smartphone o tablet tramite Bluetooth Low Energy e sfruttando l’app dedicata Parrot Flower Power. Henri Seydoux, fondatore e CEO di Parrot, ha spiegato che da diversi anni l’azienda si è impegnata a conoscere sempre di più il mondo delle piante e a comprendere come utilizzare i sensori per anticiparne le esigenze.

Parrot Pot si propone di offrire la possibilità ai propri utenti di non avere più timore di far morire le proprie piante riducendo il timore di non essere in grado di conoscerne le esigenze. Il vaso smart dispone al suo interno di diversi sensori e un sistema di irrigazione intelligente che permettono di gestire e prendersi perfettamente cura delle piante, sfruttando anche il ricco database realizzato con botanici e scienziati esperti.

Parrot Pot

Il vaso è stato costruito per resistere a situazioni climatiche difficili come ad esempio pioggia, caldo e freddo e a temperature che vamno dai -5°C ai +55°C. Al suo interno, il Parrot Pot integra una riserva d’acqua da 2.2 litri e un sistema di irrigazione con 4 beccucci separati per offrire un’irrigazione coerente e costante.

Parrot Pot

Diverse modalità di irrigazione per scegliere quella ideale

Utilizzando l’applicazione Parrot Flower Power, è possibile scegliere la modalità di irrigazione desiderata:

  • Perfect Drop (goccia perfetta): per dare la giusta quantità d’acqua al momento più opportuno, gestendo l’irrigazione in modo autonomo e adattandosi automaticamente alle necessità della pianta;
  • Plant Slitter: il Parrot Pot autoregola il consumo della riserva d’acqua garantendo fino ad un mese di irrigazione senza la necessità di alcun tipo di monitoraggio o controllo da parte dell’utente. Questa modalità è ideale per andare in vacanza senza preoccuparsi delle proprie piante;
  • Custom (personalizzato): se cercate una modalità per personalizzare il ritmo dell’irrigazione automatica e il livello di umidità della pianta, allora quest’opzione farà sicuramente al caso vostro. Tramite l’applicazione, è possibile impostare la soglia da non superare per l’irrigazione e il tempo necessario prima di riattivare l’irrigazione, specificando il numero di ore;
  • Manual: come è possibile intuire dalla denominazione, con questa modalità l’utente decide quando attivare l’irrigazione con un clic.

Parrot Pot

Nel momento in cui il vaso smart non è collegato all’app Flower Power, continua a gestire autonomamente l’irrigazione automatica tramite i parametri più adatti alla maggior parte delle piante. Il Pot possiede al suo interno 4 sensori per misurare, in tempo reale e con precisione, l’umidità del terreno, il fertilizzante, la temperatura ambientale e l’intensità della luce.

Questi dati vengono registrati ogni 15 minuti e trasmessi ogni 2 ore al Parrot Cloud per essere sottoposti a un’analisi basata su algoritmi. L’utente, poi, riceve consigli e notifiche specifiche sulla pianta tramite l’applicazione per mantenerla in buona salute.

Disponibilità e prezzo

Il Parrot Pot sarà disponibile a partire da questo mese ad un prezzo di 149,90 euro e nelle colorazioni Ardesia, Mattone e Bianco Porcellana.

Parrot Pot

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.