Un nuovo brevetto permetterà ad iPhone di ottenere informazioni sui ladri

Apple iphone 7

Un nuovo brevetto promette di raccogliere, tramite iPhone, impronte digitali e immagini degli utenti non autorizzati all’uso del telefono, in modo da poter identificare gli eventuali ladri.

Apple avrebbe deciso di combattere i sempre più frequenti furti dei propri device provando a complicare ulteriormente la vita di coloro i quali fossero intenzionati a sottrarre indebitamente un iPhone al legittimo proprietario.

iPhone, brevetto

Infatti l’azienda di Cupertino, grazie ad un nuovo brevetto, potrebbe provare a porre fine ai furti. Grazie alla tecnologia sviluppata da Apple, il dispositivo potrebbe raccogliere le impronte digitali e le immagini della fotocamera frontale, affinché il malintenzionato venga immediatamente identificato.

La notizia è stata resa nota dall’U.S. Patent and Trademark Office, che ha svelato anche il nome del brevetto: “Cattura biometrica per l’identificazione dell’utente non autorizzato“.

Stando a quanto illustrato dalla registrazione, gli iPhone e gli iPad potrebbero essere presto in grado di raccogliere informazioni sui ladri di dispositivi, salvandone silenziosamente le impronte digitali e le immagini riprese dalla fotocamera frontale ed inoltrando questi dati all’utente originario per consentirne l’immediata identificazione.

iPhone, brevetto

Il nuovo brevetto assicura un elevato sistema di protezione

Non è tutto però: i dati raccolti da Apple potrebbero essere inviati anche ad un server protetto, per poter essere confrontati con un database di utenti conosciuti, affinché non si verifichino errate attribuzioni fraudolente. Non capita di rado, in particolare con gli iPad, che i dispositivi vengano infatti regolarmente sfruttati da più persone all’interno dello stesso gruppo familiare.

Al momento, tuttavia, non è dato sapere se questo brevetto sia realmente applicabile, poiché potrebbe scontrarsi con varie leggi  sulla privacy varate negli Stati in cui Apple opera.

iPhone, brevetto

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.