AndroidiOSRecensioniVideogiochi

Stack: scopriamo l’architetto che è in noi!

Stack

Il panorama videoludico (che sia mobile o desktop) ha purtroppo intrapreso una strada che propone ai pubblico titoli ormai tutti uguali e privi di una propria personalità o reboot di game che in passato hanno fatto la storia. Stack, fortunatamente, è la dimostrazione di quanto la creatività possa dare anima ad un videogioco sfruttando un’idea vecchia e trasformandola in una forma di intrattenimento nuova che vi terrà incollati sullo schermo per ore.

Lo scopo di Stack è quello di formare una piramide con i pezzi che vi verranno proposti automaticamente. I pezzi saranno in movimento e starà a voi, tramite un “tap” fermarne il movimento cercando di farlo combaciare perfettamente con il pezzo sottostante, pena la riduzione del vostro blocco e di conseguenza l’aumento della difficoltà.

Stack è un gioco arcade “1 tap” dove tutti i comandi avvengono solo tramite un nostro singolo tap e, mai come in questo gioco, il tempismo sarà fondamentale per la crescita della vostra torre. Effettuando 10 bloccaggi corretti di fila verremmo premiati con l’ingrandimento del nostro blocco ma non crediate che sia semplice…il tasso di sfida è alto gia dai primi bloccaggi e, man mano che si andranno a perdere pezzi, la situazione andrà solo a peggiorare complice l’aumento della velocità dei blocchi stessi.

La grafica è coloratissima anche se mantiene dei toni dai colori spenti e propone uno stile minimale mostrando su schermo il nostro record e quanti blocchi abbiamo impilato. Inoltre, man mano che metteremo blocchi, cambieranno i colori rendendo la nostra torre colorata. Grazie ad alcuni pacchetti acquistabili tramite le monete di gioco, potremo scegliere anche alcune skin.

Il sonoro nel complesso è gradevole ma non eccellente.

Il gioco ha funzioni di “sharing social” per condividere i propri record con gli amici facendo partire sfide epiche a colpi di blocchi. Purtroppo sono presenti i soliti annunci pubblicitari sempre in primo piano. Stack è disponibile in formula free-to-play sia per iOS che per Android e può funzionare in maniera impeccabile anche sui terminali datati.

PlayStore

AppStore