AccessoriIn evidenzaRecensioni

Ozone Neon 3K: la recensione di Gizblog

Ozone neon 3k recensione 21

Introduzione

Ozone Neon 3K è una periferica semplice, comoda ed efficiente. Parliamo di un mouse da gaming che si colloca nella fascia media del mercato, ma con alcune chicche interessanti che lo rendono davvero un ottimo prodotto.

Oggi quello che conta nel mondo del gaming è un hardware di buona qualità. Oltre al tipo di scheda video e processore, molto spesso, a fare la differenza in una postazione sono anche mouse e tastiera.

La scelta di dispositivi orientati al gaming, d’altronde, non sempre risulta facile, poiché spesso bisogna spendere anche centinaia di euro per trovare dei prodotti di buona qualità.

Ozone, brand spagnolo “nato dai gamer per i gamer“, è specializzato nello sviluppo di periferiche da gioco di ottima fattura. La filosofia dell’azienda è semplice: proporre prodotti pensati e studiati appositamente per i giocatori, con prezzi accessibili ad ogni tasca.

 

Ozone Neon 3K: confezione di vendita

La confezione è davvero ben realizzata: provvista di un aggancio magnetico, al suo interno contiene la sola periferica saldamente sigillata. Mancano i vari libretti delle istruzioni e il DVD contenente i driver di sistema – scaricabili dal sito ufficiale.

Nonostante la loro assenza, la configurazione avviene in maniera automatica su Windows 10. Consigliamo comunque di scaricare il software dal sito ufficiale per avere un miglior controllo sulla regolazione dei DPI.

Ozone Neon 3K: design

Ozone Neon 3K fa della semplicità e linearità il suo punto di forza. Il mouse è perfettamente simmetrico, consentendone l’utilizzo anche ai mancini. Grande 125 x 65 x 36.8 mm, la periferica può contare su dimensioni non troppo generose, ma comunque adatte a quasi ogni tipo di mano: chi utilizza una presa Fingertip Grip, troverà alcuni problemi a causa del retro non troppo bombato; coloro che prediligono prese Palm Grip e Claw Grip invece non dovrebbero riscontrare problemi.

Oltre ai tasti destro e sinistro e il classico scroll wheel, la periferica presenta cinque tasti aggiuntivi che permettono di effettuare molteplici azioni, regolabili per mezzo di un software proprietario – ottimi per la fruizione di titoli come gli FPS. Questo programma non è incluso con il mouse e bisogna scaricarlo e installarlo manualmente dal sito web di Ozone.

I profili sono attivabili tramite il tasto aggiuntivo posto sotto la scroll wheel; la presenza di una memoria OnBoard da 128 KB permette la loro memorizzazione e l’utilizzo su altri PC, senza la necessità di utilizzare programmi esterni. Lo switch tra i profili può essere inoltre constatato dalla presenza di una differente retroilluminazione per profilo – selezionabile tra le sei disponibili.

Ognuno dei profili permetterà l’utilizzo di comandi diversi per i pulsanti posti su lato, per la sensibilità e per le opzioni di illuminazione. L’impostazione di default prevede che Ozone Neon 3K abbia una colorazione rossa. Presente anche la possibilità di disabilitare l’effetto luminoso.

Ozone Neon 3K: software e impostazioni

A livello di reattività e precisione Ozone Neon 3K non delude. Il rilevamento dei click è istantaneo i movimenti sono riprodotti con un un’elevata precisione grazie al sensore sensore Pixart PMW-3320.

Il mouse si comporta male durante il sollevamento: Ozone Neon 3K non funziona quando è impugnato con un angolo maggiore di 30 gradi rispetto alla superficie e questo è un peccato. Malgrado ciò, la risoluzione di 3500DPI è comunque più che valida per fruire sessioni di gioco ad alto livello.

Il sensore offre dunque un massimo di 3500DPI, con i primi due step di default a 750 e 1500.

All’interno del software di gestione – davvero semplice ed intuitivo – avremo la possibilità di associare diverse applicazioni o eseguibili di gioco, oppure reimpostare tutti i parametri di fabbrica in caso di problemi. Nel lato sinistro dell’interfaccia potremo procedere ad assegnare funzioni ai 9 tasti complessivi del mouse.

Nella parte destra troviamo le impostazioni sui DPI – preimpostati sui due range di default modificabili – e il Polling Rate, cioè la frequenza alla quale il mouse lavora: aumentandola o diminuendola, cambia il tempo di risposta della periferica.

Il lato inferiore è occupato dal sistema di impostazione dei cinque profili personalizzabili, dei quali abbiamo già parlato. Al centro del software di gestione è presente un Macro Manager ed il sistema per la gestione della retroilluminazione.

Ozone Neon 3K recensione 12

Le macro sono sequenze di eventi (ad esempio sequenze di tasti, clic del mouse e ritardi) che possono essere riprodotte per consentire l’esecuzione di attività ripetitive. Possono essere utilizzate anche per riprodurre sequenze lunghe o difficili da eseguire.

Ozone non fornisce un software unico per la configurazione di mouse e tastiere, con il risultato che ogni prodotto ha la propria applicazione. Da questo punto di vista, riteniamo Razer e Logitech migliori, ma alla fine il programma di gestione del mouse funziona bene, ed è questo ciò che conta.

Ozone Neon 3K: la prova in gaming

Completata la fase di descrizione delle impostazioni e del software di gestione, vediamo ora come si comporta Ozone Neon 3K in gaming.

Abbiamo messo alla prova con una buona varietà di titoli, da DOOM a Battlefield 4, fino al frenetico Star Wars Battlefront: il mouse di Ozone si è sempre comportato bene.

Merito dell’ergonomia, del sensore utilizzato, del selettore dei DPI – che permette di cambiare la gestione di questi in base alla situazione, senza passare dal software principale.

Purtroppo, riteniamo appena sufficiente la scorrevolezza; non raggiunge quella dei prodotti più costosi, ma alla fine ci si abitua in fretta guardando il prezzo.

 

Ozone Neon 3K: conclusioni

La periferica ha saputo stupirci, grazie al comfort, allo scrolling davvero preciso ed il sensore Pixart PMW-3320 a 3500 DPI che, durante le nostre prove, si è rivelato convincente nel tracking dei movimenti.

Con un prezzo di circa 34,90 euro (disponibilità dal 25 Maggio), Ozone Neon 3K si pone come un’alternativa ai prodotti di fascia alta: il costo ridotto rende il mouse una accessibile a tutti coloro che sono alla ricerca di un buon prodotto che non faccia rimpiangere i marchi più costosi.

Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale.

Ozone Neon 3K: specifiche tecniche

  • Sensore da 3500 DPI
  • Tasti principali powered by OMRON
  • Memoria interna da 128 KB
  • 6 colori LED impostabili
  • Connettore USB rivestito d’oro
  • Misure: 125 x 65 x 36.8 mm
  • Peso: 130 grammi
  • Compatibile con: Windows 10/ 8 / 7
  • Design per ambidestri
  • 8 tasti programmabili