Lenovo Moto logo

Lenovo: Motorola non soddisfa le aspettative dopo l’acquisizione

Lenovo, possiamo affermare con sicurezza in base all’ultimo report finanziario, ha avuto un andamento più che positivo, con un utile di 1.6 miliardi di dollari  nell’ultimo trimestre e ben 6.6 miliardi su base annua. Tuttavia, la preoccupazione dell’azienda nasce dal fatto che questi numeri non siano stati conseguiti di certo grazie alla divisione mobile dell’azienda.

L’azienda sembra infatti lamentare non tanto la propria capacità di conseguire profitto ma più che altro quella di non riuscire a rendere la divisione mobile trainante. Parlando in particolare di Motorola, sembra che dopo l’acquisizione non abbia dato i frutti sperati e che l’affanno finanziario si sia protratto lungo tutto il corso del 2015, costringendo Lenovo a limitare l’autonomia che aveva previamente scelto di concedere allo storico marchio.Lenovo-Motorola-andamento-2

Tutto ciò ha condotto alla drastica decisione di cancellare il marchio Motorola dai dispositivi riducendolo ad una gamma a marchio Lenovo identificata dal nome “Moto”. Detto ciò, sembrerebbe quasi che Lenovo stia usando Motorola come capro espiatorio ma non è così.

L’azienda è ben a conoscenza dei mutamenti profondi che il mercato cinese sta subendo negli ultimi tempi, con una tendenza sempre maggiore dei consumatori a preferire il mercato libero a quello legato agli operatori, rendendo sempre più accesa la competizione. Sulla base di questo, Lenovo sta potenziando molto il marchio Zuk, con prossimo cavallo di battaglia lo Zuk Z2, per competere con Huawei, Oppo e Xiaomi, aziende pioniere del rapporto qualità/prezzo.

Lenovo punta ora a diversificare la propria offerta, partendo dagli Stati Uniti con il Moto Z, e le premesse annunciano un possibile successo, sperando che lo storico marchio che ha sfornato dispositivi molto apprezzati come Moto X, Moto G e Moto E non venga cancellato per sempre. Continuate a seguirci per future notizie in merito.