Wiko u feel

MWC 2016: Wiko U Feel, l’hands-on di GizBlog

Si sta tenendo in questi giorni il , e fra le varie aziende presenti spunta anche la francese Wiko.

Fra i nuovi devices presentati per questo 2016, spicca il Wiko U Feel, terminale di fascia media caratterizzato da un buon rapporto qualità/prezzo: ecco il nostro hands-on.

Wiko U Feel, l’hands-on di GizBlog

https://youtu.be/gcofpFR_KAE

Wiko U Feel – Prime impressioni

Esteticamente il device si presenta molto compatto, grazie soprattutto ad un peso ridotto ed al display da 5 pollici, che ricordiamo avere una risoluzione HD, oltre ad una curvatura 2.5D.

Wiko u feel

Parlando di hardware, il Wiko U Feel si contraddistingue per una scheda tecnica composta da una CPU quad-core 64 bit da 1.3 GHz, affiancato da una GPU Mali-T720, 3 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibili.

Molto interessante la presenza di un lettore di impronte digitali implementato nel tasto fisico centrale, il quale ci permette, oltre che sbloccare il device, di controllare alcune funzioni, come il blocco di dati e applicazioni.

Ecco la lista delle specifiche tecniche del Wiko U Feel:

  • Display IPS da 5 pollici di diagonale con risoluzione HD 1280 x 720 pixel, curvatura 2.5D e 294 PPI;
  • processore quad-core a 64 bit da 1.3 GHz;
  • GPU ARM Mali-T720;
  • 3 GB di RAM LPDDR3;
  • 16 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD fino a 64 GB;
  • lettore di impronte digitali;
  • fotocamera posteriore da 13 mega-pixel con auto-focus e flash LED;
  • fotocamera anteriore da 5 mega-pixel con flash LED;
  • supporto 4G LTE;
  • sistema operativo Android 5.1 Lollipop.

Per quanto riguarda la commercializzazione, Wiko U Feel dovrebbe arrivare in mercato ad un prezzo di circa 199 euro, anche se non sono presenti ancora notizie precise in merito.