Steam ed il disastro di Natale!

Gabe Newell Babbo Natale

Una vera e propria catastrofe si è abbattuta su Steam, celebre piattaforma di distribuzione digitale per giochi PC, proprio nella serata di Natale!

Qualsiasi utente del pianeta poteva infatti liberamente accedere a tutte le informazioni personali dei propri colleghi videogiocatori, dalla cronologia acquisti ai dati PayPal e Steam Wallet! E non è tutto: anche il proprio nome, indirizzo di casa, numero di telefono ed indirizzo e-mail erano alla totale mercé di qualsiasi malintenzionato!

Per paura di una possibile violazione, Valve ha questa notte staccato prontamente la spina a qualsiasi servizio legato a Steam, sperando di poter quanto prima risolvere il problema. La piattaforma è tornata online circa due ore più tardi, pare questa volta perfettamente funzionante.

Steam in russo durante i saldi di Natale

“Steam è tornato a funzionare senza alcun problema”, ha dichiarato solo questa mattina un portavoce di Valve a Gamespot. “A causa di un’errata modifica ad alcune configurazioni, è emerso un grave problema di caching che ha consentito ad alcune persone di visualizzare, in modo del tutto casuale, pagine generate per altri utenti.

Il problema si è protratto per meno di un’ora, ed è stato adesso totalmente risolto. Crediamo che, oltre a poter visionare le informazioni personali altrui, non sia stato possibile compiere alcuna attività illecita. Agli utenti non verrà chiesto di svolgere alcuna procedura addizionale.”

Nonostante la prontezza di Valve nel risolvere il problema, e la grande professionalità mantenuta dalla compagnia, uno scivolone del genere sarà difficile da dimenticare!

Via