In questi giorni, un’azienda chiamata Vaporcade ha annunciato un nuovo prodotto sicuramente unico nel suo genere se non addirittura rivoluzionario, lo Jupiter. Con soli $499 (circa 458,91 euro) potreste ottenere il primo cellulare con sigaretta elettronica incorporata.

Vi è mai capitato di guardare l’interno delle vostre tasche o borse e pensare ad una possibile soluzione per risparmiare spazio? Ecco, in questo caso Jupiter “il telefono che si fuma” (stando allo slogan dell’azienda) potrebbe fare al caso vostro!

JupiterE a ben poco serve consultare il sito internet dell’azienda che sembra sollevare più domande che risposte; tutto quello che si riesce a capire è che lo smartphone supporterà Android, che uscirà nelle varienti 3G o 4G e che la sigaretta elettronica si potrà inserire nella parte superiore. Per l’utilizzo di quest’ultima verrà fornita un app e un piccolo serbatoio da 5.8 che potrà essere riempito con uno dei 30 “nectare flavours” disponibili. Tra l’interessante e il ridicolo si colloca la possibilità di inserire un tubo in stile narghilè che favorirà l’utilizzo concomitante della sigaretta elettronica e del telefono.

Il vero tallone d’Achille dell’ingegnoso dispositivo (escludendo il mercato di nicchia in cui potrebbe collocarsi) è indubbiamente la batteria. Dal momento che è già difficile garantire autonomia sufficiente al solo smartphone risulta arduo immaginare come potrebbero essere alimentati due dispositivi insieme. Il rischio che si corre è quello di rimanere senza cellulare e senza sigaretta allo stesso tempo… Un vero disastro!

JupiterLa Vaporcade ha una partnership con Herbert A. Gilbert, colui che ha inventato per la prima volta un prototipo di sigaretta elettronica nel 1963, il che garantisce un minimo di garanzia per questo bizzarro dispositivo. In attesa di saperne di più siamo curiosi di conoscere il vostro parere, comprereste mai uno smartphone che funge anche sigaretta elettronica?

Fonte