Hewlett-Packard si divide in due società, HP Inc. e Hewlett Packard Enterprise, ma la nota azienda di tecnologia ha deciso di non tagliare del tutto i ponti con il passato. Stando ad una notizia del New York Times infatti, le due nuove società riutilizzeranno alcune location storiche nella città d’origine dell’azienda, Palo Alto, per offrire ai propri dipendenti una panoramica sui 77 anni della sua storia.

Entrambe le nuove imprese avranno accesso al garage che fungeva da quartier generale di HP quando William Hewlett e David Packard fondarono l’azienda nel 1939, in modo che i dipendenti possano osservare i primi computer, stampanti e dispositivi esposti nel museo aziendale.

HP Inc. continuerà a produrre i computer e le stampanti che hanno reso celebre l’azienda in tutto il mondo, e manterrà la sua sede nei laboratori di ricerca e sviluppo dell’azienda, mentre gli uffici dei fondatori di HP, rimasti inalterati dal 1990, verranno chiusi e aperti nuovamente dividendo gli spazi tra le due aziende.

Anche se il garage di Hewlett e Packard ha contribuito ha creare la storia e la cultura della Silycon Valley, l’azienda ha perso da tempo la leadership nel mercato dei PC, sconfitta dal rivale cinese Lenovo, e, nel mese di Agosto, ha annunciato il licenziamento di 55 mila persone. Meg Whitman, CEO di HP dal 2011 è stata tra le fautrici dei cambiamenti interni all’azienda che hanno condotto al suo sdoppiamento; la settimana scorsa la Whitman ha dichiarato: “Ci stiamo lasciando alle spalle un’azienda molto grande, per crearne due più piccole e diverse tra loro”.

Anche se le neonate aziende cercheranno di riportare alla luce i fasti del passato, l’attenzione dedicata alle “reliquie” aziendali mostra chiaramente come i suoi dipendenti avranno sempre memoria dei successi passati, di anni di storia e della “HP Way“!

Via