L’undici settembre di quest’anno un gruppo di sei studenti americani, sotto il nome di 846 Studios, ha rilasciato su Oculus Share un gioco (o, come viene definito dagli stessi sviluppatori, “esperienza narrativa”) che colloca l’utente nei panni di un anonimo impiegato nella North Tower del World Trade Center durante i tragici eventi della mattina dell’undici settembre.

[08:46], questo il singolare nome dell’opera in questione, era inizialmente nato come progetto scolastico, ed è stato successivamente sviluppato in appena tre mesi da un gruppo di sei persone. A loro si sono uniti due attori, le cui prestazioni sono state utilizzate per il motion capture ed il doppiaggio dei personaggi.

[08:46] è un tributo alle vittime dell’evento che ha mutato per sempre la nostra generazione. […] Da un punto di vista artistico, volevamo concentrarci sulla natura individuale dei grandi eventi storici, e ricordare che, per le vittime, inizialmente quell’undici settembre era un giorno come un altro“, ha dichiarato Anthony Krafft, il direttore creativo del progetto, in un’intervista pubblicata sulle pagine virtuali di Kotaku UK.

Per chi fosse interessato, è possibile scaricare gratuitamente [08:46] da questo link.

L’opera appare certamente acerba e poco rifinita, assolutamente non comparabile dal punto di vista qualitativo agli altissimi livelli produttivi ai quali l’industria videoludica ci ha abituato negli ultimi anni. Ma lascia altresì presagire, grazie alla tecnologia della realtà virtuale, la nascita di una forma di intrattenimento del tutto nuova, a metà tra cinema e videogioco.

Cosa ne pensate di questo gioco VR?