La notizia suona strana, quasi paradossale, Amazon, uno dei più importanti rivenditori di e-books al mondo, inaugura proprio oggi una libreria reale all’University Village, uno shopping center all’aria aperta nel centro di Seattle. La particolarità di questa libreria è che i libri verranno esposti frontalmente, così da mettere bene in vista copertina e contenuto, e non impilati l’uno sull’altro come accade solitamente nei bookstore; inoltre l’azienda si servirà dei dati raccolti negli ultimi due decenni in materia di gradimento del pubblico per capire quali libri esporre in evidenza.

Secondo il Seattle Time la libreria venderà sì i bestseller e i libri che piacciono di più ai cittadini di Seattle, ma con l’aggiunta di quelli ai primi posti nell’indice di gradimento del sito web di Amazon. Qualora i libri non dovessero vendere, Amazon si riserva comunque la possibilità di inviarli nuovamente all’editore.

Sfortunatamente, il vice presidente di Amazon, Jennifer Cast, non si è espressa in merito all’apertura di simili librerie in altre città; la Cast ha affermato che Amazon sarebbe lieta di estendere il progetto ad altre città, ma che per ora l’attenzione rimane tutta concentrata sullo store di Seattle.

Via